Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Verdi e PD: "nomina del nuovo assessore alla Provincia di Napoli ridicola e da avan spettacolo"


Verdi e PD: 'nomina del nuovo assessore alla Provincia di Napoli ridicola e da avan spettacolo'
16/03/2012, 15:03

"Appare quantomeno ridicola la posizione del neo assessore provinciale al Bilancio Francesco Serao della giunta Cesaro - dichiarano il commissario regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli ed il consigliere provinciale del PD Livio Falcone - che si dichiara contro le province e per l' abolizione delle stesse. E' il primo caso in Italia di un assessore che è per l' abolizione dello stesso ente che amministra. Un altro record negativo del Presidente Cesaro che unisce a nostro avviso alla cattiva amministrazione la pateticità di determinate scelte che appaiono di avan spettacolo politico. Se è contro le province perchè Serao entra a far parte della giunta? Per soldi? Per potere? Per altri interessi? Cesaro oramai ci ha abituati a tutto ed anche i suoi assessori. Ha composto infatti una giunta che va dalle ex veline e doppi poltronisti come lui".
"I risultati sono sotto gli occhi di tutti. A questo si aggiunge l' ennesima stangata vergognosa della Tarsu che da quando è gestita da Cesaro ha raggiunto cifre usuraie. Noi contrastiamo duramente ogni ulteriore e vergognoso aumento della tariffa. Come aveva già fatto negli anni 90 l' attuale Presidente che è anche contemporaneamente deputato e coordinatore provinciale del PDL ha portato l' ente ai minimi termini. Sul fronte politico Cesaro ha dimostrato di essere riuscito ad aggregare nel centro destra un numero impressionante di amministratori accusati di ogni tipo di azione criminale dall' usura di Casalnuovo, alle contiguità con la criminalità organizzata a Gragnano, alle mazzette di Pomigliano d' Arco fino all' abusivismo edilizio e corruzione a Torre del Greco. Sono quindi estremamente condivisibili le ultime considerazioni di Galli della Loggia che accusa alcuni ambienti del Pdl campano di essere oramai contigui alla malavita organizzata".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©