Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Verdi Ecologisti, superata quota mille la raccolta firme per la ZTL


Verdi Ecologisti, superata quota mille la raccolta firme per la ZTL
06/06/2012, 14:06

Sono ormai mille i moduli di raccolta firme che i Verdi Ecologisti hanno distribuito nella zona ZTL Chiaia a sostegno della proposta del consigliere Carmine Attanasio.

Finalmente, dichiarano Carmine Attanasio e Francesco Borrelli, hanno capito che bisogna eliminare l'incrocio dei flussi di traffico per avere una migliore viabilità. Appena approntato l'inversione di marcia in via Chiatamone è stato dimostrato che il sistema è migliorato, anche se ci troviamo in un periodo nel quale il traffico ha una sua naturale flessione, sia per il periodo ormai quasi estivo e sia per la mancanza di eventi piovosi che agevolano la mobilità su due ruote. A questo punto siamo fiduciosi dell'intelligenza e dell'onestà intellettuale dell'assessore Anna Donati che, ne siamo convinti, alla fine riconoscerà la bontà della nostra proposta.

Nelle ore di punta ed in altri momenti dell'anno la Riviera di Chiaia, hanno detto i due esponenti ambientalisti, non può reggere i flussi di traffico ordinario nei due sensi di marcia; soprattutto in una zona che vede ancora la presenza dei cantieri della linea Sei e che non ha un trasporto pubblico veloce ed efficiente. Senza dimenticare l'inquinamento atmosferico che nell'aree limitrofe al lungomare è aumentato notevolmente. Il nostro progetto di viabilità, già presentato alla città ed oggetto di una petizione popolare in zona, prevede la pedonalizzazione di tutto il lungomare, dagli aliscafi di Mergellina fino alla fine di via Partenope eliminando ogni incrocio di flussi di traffico, da piazza Sannazzaro a via Acton. Abbiamo disegnato un percorso a senso unico che servirà a predisporre una ZTL h24 per 365 giorni all’anno. Il sistema di traffico ideato prevede ora solo una modifica sostanziale ed altre conseguenziali di piccola entità: aprire due corsie nel breve tratto di via Caracciolo che va dalla confluenza con viale Dohrn aperto al traffico veicolare fino a piazza Vittoria! Il funzionamento di tutto il sistema è dato dalla predisposizione nella zona di Chiaia di una ZTL permanente a targhe alterne. Un’operazione semplicissima che dimezza i flussi di traffico e alleggerisce del 50% il volume di lamiere che abitualmente percorreva il lungomare, distribuendo benefici anche alle arterie alternative: tangenziale, Corso Vittorio Emanuele, etc… Tale sistema conferisce più sicurezza ai fruitori del lungomare e consente la realizzazione sulla Riviera di Chiaia di due corsie preferenziali per i taxi, i mezzi pubblci e di soccorso.Nei fatti tutti quelli che dovranno recarsi in zona potranno farlo a giorni alterni, fermo restando il passaggio dei residenti e degli aventi diritto. Un'iniziativa che permetterebbe anche la sperimentazione di quel Car Pooling tanto invocato ma mai realizzato.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©