Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Conferenza stampa del coordinatore del Pdl

Verdini: "Non ho fatto nulla. Questa è l'unica verità"


Verdini: 'Non ho fatto nulla. Questa è l'unica verità'
28/07/2010, 16:07

ROMA - Una conferenza stampa che mischia il negare i fatti che gli sono addebitati e gli attacchi verso chi non l'ha difeso: questa è stata la strada scelta dal coordinatore del Pdl, Denis Verdini, per la sua difesa pubblica. E così davanti ai giornalisti, l'attacco è stato evidente contro il Presidente della Camera, Gianfranco Fini: "Mi dispiace che il presidente della Camera non mi abbia tutelato, è sgarbato che chieda le dimissioni di un suo rappresentante. Mi attacca nonostante l'abbia votato". Ma ne ha avuti anche per il Presidente del Csm, Nicola Mancino: "La fretta di riempire questo titolone P3 porta a fare atti che fanno solo danni alla democrazia. Mi sembra troppo che sia lui a spingere per le epurazioni degli stessi giudici che nomina".
Naturalmente ha negato qualsiasi appartenenza ad associazioni segrete: "Tutto questo parte da un pranzo a casa mia, pranzo riportato da alcune intercettazioni. In questo pranzo si è parlato della candidatura del giudice Miller. Non conoscevo il giudice Martino, il giudice Lombardi e il giudice Miller. La selezione delle candidature è il mio lavoro. Nessuno mi cita mai dopo quel pranzo, per questo mi sembra strano essere ricondotto alla ormai famosa P3. Non ne conosco nè finalità nè attività. E quanto alla discussione sul lodo Alfano: in quei giorni di parlava dappertutto del lodo Alfano". Nega qualsiasi responsabilità anche sulla vicenda dell'eolico: "Io non ne capisco nulla, non è la mia materia. Non so di che cosa si parli il che non esclude che abbia cercato di mettere in contatto il presidente Cappellacci con Carboni. Io non ho chiesto nulla, ho solo messo in contatto due persone. Non ci vedo nulla di male e quindi non sono pentito".
Poi ha negato quello che è stato scritto da diversi quotidiani, cioè che lui abbia addossato delle responsabilità su Marcello Dell'Utri: "Per me Dell'Utri è un amico fraterno, una persona perbene. Non ho scaricato nessuno, non c'è niente da scaricare. In onore della mia amicizia volevo precisare questa cosa".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©