Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

VERONA: CASSAZIONE VUOLE ASSOLVERE TOSI


VERONA: CASSAZIONE VUOLE ASSOLVERE TOSI
30/06/2008, 16:06

Fa discutere la decisione della Cassazione di assolvere il sindaco di Verona Flavio Tosi dall'accusa di razzismo mossa nel 2001. All'epoca Tosi era capogruppo in consiglio regionale della Lega Nord e aveva dichiarato che "gli zingari devono essere mandati via perché sono dei ladri". Un'affermazione che gli era costata cara, punita con una condanna a due mesi di reclusione per propaganda di idee discriminatorie. Ora la Cassazione ha annullato quel verdetto, non considerando reato "le iniziative politiche che hanno come obiettivo i comportamenti illegali di appartenenti alle minoranze etniche e non le etnie di per sè". Tale proposta di assoluzione è la conferma che, la tollerabilità di determinate affermazioni, dipende strettamente da chi le asserisce e da quando lo fa. 7 anni fa, infatti, era inconcepibile affermare che "gli zingari sono dei ladri" mentre, oggi, dati gli ultimi accadimenti, tale tesi è a quanto pare condivisibile. Senza dibattere sul razzismo più o meno celato di Tosi, l'unica cosa che verrebbe da chiedere a certi esponenti della giustizia italiana è un po' coerenza. Poi però ci ricordiamo di essere in Italia, sorridiamo amaramente e lasciamo correre; come da tradizione.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©