Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

VERONESI: “URGE IL TESTAMENTO BIOLOGICO”


VERONESI: “URGE IL TESTAMENTO BIOLOGICO”
12/07/2008, 12:07

“Problemi come quelli del caso Englaro non ci saranno più se si provvederà ad introdurre il testamento biologico”: lo ha affermato ieri l’oncologo Umberto Veronesi, a margine della presentazione della quarta conferenza mondiale “The future of science”, dal 24 al 27 settembre a Venezia. L’ex ministro della Salute, ora senatore del Pd,  ha espresso il proprio commento in merito al polverone sollevato dall’autorizzazione, concessa dalla Corte d’Appello di Milano, ad interrompere l’alimentazione e l’idratazione artificiale nei confronti di Eluana Englaro, in coma da 16 anni, riportandola allo stadio di malata terminale che precede la morte: casi come quello di Eluana si potranno evitare in futuro soltanto attraverso il testamento biologico, vale a dire solo “se la gente scriverà cosa vorrebbe fosse fatto di se stessa nel caso in cui non fosse più in grado di esprimere le sue volontà”. Di casi come questo, in Italia, se ne contano moltissimi: da un censimento svolto di recente dal ministero della salute è infatti emerso che i pazienti in coma vegetativo nel paese sono quasi 2.500.

Commenta Stampa
di Francesca Pellino
Riproduzione riservata ©