Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Intanto spunta un possibile coinvolgimento del premier

Verso il commissariamento di Agile (ex Eutelia)


Verso il commissariamento di Agile (ex Eutelia)
21/04/2010, 11:04

ROMA - Ieri c'è stata una importante udienza al Tribunale Fallimentare di Roma, al termine della quale è stata respinta la richiesta di concordato preventivo avanzata dal gruppo Omega, di cui fa parte la società Agile (ridenominazione della società Eutelia), i cui 2000 dipendenti non ricevono lo stipendio da oltre 6 mesi. La motivazione del respingimento sta dell'inadeguatezza della proposta di Omega, che prevedeva la cessione di Agile alla società Italcontact srl, cioè una società con un capitale di 10 mila euro, appena iscritta alla Camera di Commercio e guidata da un dipendente di Omega. E' apparso insomma il classico tentativo di fare una finta vendita per poi continuare con il licenziamento in massa, che è la cosa per cui sembra sia stato creato il gruppo Omega, dato che in passato altre volte ha acquistato società in salute, le ha prelevato tutto ciò che di valore c'era e poi le ha fatte fallire.
Intanto un altro tassello si aggiunge a questa vicenda. Salvatore Fassina, responsabile del lavoro per il Pd ha presentato una interrogazione parlamentare, nella quale dice: "Il governo è chiamato in causa per le sue responsabilità istituzionali, ma anche perché è in potenziale conflitto di interessi data la recente nomina ad amministratore delegato del gruppo Omega di Domenico Lo Jucco". Chi è Lo Jucco? Uno degli stretti collaboratori del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, fondatore di Publitalia e di Forza Italia, parlamentare e tesoriere del partito per diversi anni. Quindi un uomo di fiducia del premier, con cui lavora da oltre 30 anni.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©