Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il presidente dello Zimbabwe difende le leggi nazionali

Vertice FAO, Mugabe: "Sanzioni inumane e illegali"


Vertice FAO, Mugabe: 'Sanzioni inumane e illegali'
17/11/2009, 11:11

ROMA - Seconda giornata al vertice FAO che si sta svolgendo a Roma. Ad iniziare i lavori oggi il discusso Presidente dello Zimbabwe, Robert Mugabe. Contrariamente alle sue abitudini, si è attenuto ad un discorso scritto, ma senza per questo perdere di mordente. Infatti ha attaccato i paesi ricchi, accusandoli di cercare di impedire allo Zimbabwe di avere la propria autonomia alimentare: "Noi in Zimbabwe abbiamo capito che, dietro politiche agricole avverse alla natura e rovinose delle nazioni potenti, ci sono anche politiche punitive portate avanti da certi Paesi che si vogliono opporre alla nostra ricerca di una riforma agraria equa e giusta. Noi fronteggiamo interventi molto ostili di questi Stati che hanno imposto unilateralmente sanzioni allo Zimbabwe. Questo sta avendo un impatto negativo sui nostri contadini che nei piani dei nemici neo-colonialisti devono fallire nei loro intenti, cosi' come la nostra riforma agraria.  In questo vediamo anche il desiderio di renderci dipendenti dalle importazioni alimentari piuttosto che facilitare e promuovere la nostra capacita' di produrre cibo". Per poi concludere con un appello appassionato: "Chiedo nuovamente ai Paesi occidentali di rimuovere le sanzioni inumane e illegali imposte al mio Paese e al mio popolo".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©