Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Anche la Procura ha solo 3 Pm e 3 uditori giudiziari

Vibo Valentia: la Polizia è senza soldi, niente processi con detenuti


Vibo Valentia: la Polizia è senza soldi, niente processi con detenuti
15/06/2011, 11:06

VIBO VALENTIA - DIsastrosa la situazione della giustizia a Vibo Valentia. Essendo un comune piccolo del sud, è stato uno dei più tartassati dai tagli fatti dal governo. E così la Polizia Penitenziaria non ha i soldi per organizzare il trasporto dei detenuti in Tribunale con i cellulari. I distributori locali di benzina non accettano più i buoni-carburante, perchè vengono pagati a 3 mesi di distanza; e le risorse che il governo ha distribuito sono così scarse che il fondo benzina non è arrivato a fine gennaio.
E questo va a gravare su un Tribunale che è già pieno di problemi. Innanzitutto di personale. Basta guardare la cartina geografica e trovare Vibo Valentia, per vedere che si trova nel centro di una delle zone a più alta criminalità 'ndranghetista. Chi segue la cronaca, sa che ci sono minacce e attentati a sindaci ed imprenditori della zona a raffica. E tutto il Tribunale è sulle spalle di 6 persone: il Procuratore capo, due Pm "veterani" e tre uditori giudiziari, cioè persone che hanno vinto il concorso per diventare magistrati e che stanno facendo praticantato (usiamo questo termine, per dare una idea). Quindi sono persone che, al di là delle loro qualità, non hanno molta esperienza. E questo conta molto.
Non che la Polizia stia meglio. Ormai gli agenti devono pagare le trasferte di tasca loro per poi (?) essere rimborsati, almeno in teoria. Ma per quanto gli agenti potranno pagarsi alberghi e pasti? Tanto che il Sieppe, uno dei sindacati di Polizia, sta pensando di ricorrere ad una causa legale per ottenere i rimborsi anticipati, attraverso decreti ingiuntivi.
E quindi è così che il governo lotta contro la criminalità? Negando le risorse alle forze dell'ordine e ai magistrati?

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©