Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La loro colpa, avere i genitori che non pagavano la mensa

Vicenza: bambini messi a pane e acqua alla mensa scolastica


Vicenza: bambini messi a pane e acqua alla mensa scolastica
23/03/2010, 11:03

MONTECCHIO MAGGIORE (VICENZA) - Come si può sentire un bambino delle elementari che a mensa si trova davanti un panino, mentre ai suoi compagni vengono serviti pasta al sugo ed hamburger? Per saperlo, basta andare a Montecchio Maggiore, in provincia di Vicenza, dove nella mensa scolastica, da ieri, a nove bambini non spetta altro che un po' di pane, mentre intorno gli altri mangiano normalmente. Questo perchè i loro genitori non hanno pagato il servizio mensa.
Tutto inizia quando a Montecchio si insedia la nuova Giunta, guidata da Pdl e Lega, al posto di quella precedente di centrosinistra. per ridurre il deficit nel capitolo delle mense scolastiche, si cerca di andare a vedere chi è che non paga. Vengono trovate 52 bambini, le cui famiglie non pagano da tempo, qualcuno dall'anno scoslastico 2004-2005. Di conseguenza si mettono avvisi multilingue nella scuola, si manda anche una raccomandata a mano con l'ultimatum: mettetevi in regola con i pagamenti o dal 15 marzo il servizio sarà sospeso. Nove famiglie (sette di extracomunitari e due italiane) non l'hanno fatto e quindi puntuale i loro bambini sono stati pribvati del pranzo. Naturalmente la preside, decisamente più sensibile della Giunta comunale a certi problemi, ha dato ordine di fare per tutti porzioni più piccole in modo che si creassero anche le porzioni per i nove bambini esclusi.
Sia ben chiaro, non che sia giusto che i genitori di questi bambini non paghino: se godono di un servizio, devono pagarlo. Ma dare ordine di affamare dei bambini, è la misura dell'inciviltà di chi ha deciso.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©