Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

I clienti prelevano il cibo appoggiato sul corpo nudo

Vicenza: dal Giappone arriva la "donna vassoio"


Vicenza: dal Giappone arriva la 'donna vassoio'
09/09/2010, 14:09

VICENZA - Una iniziativa innovativa ma controversa nasce al "Diverso strip bar" di Vicenza. I clienti che vi si recheranno per uno spuntino prima di cena, troveranno tramezzini e patatine disposte non sul normale bancone, ma sul corpo nudo delle ragazze. Il titolare, Ruggero Piazzon, spiega così la sua iniziativa: "Chi esce dall’ufficio prima di cena può fare un salto al night-pomeridiano e farsi un aperitivo 'stuzzicante'. La notte si sta spegnendo nel Vicentino ci sono moltissimi locali ma non offrono niente di nuovo. Io tra le varie esibizioni ho inserito anche il body food, dalle 19 alle 21". Ma ci sono proteste per questa iniziativa che non sembra altro che un modo per attirare cientela.
In effetti, anche se viene spacciata per una "moda giapponese", nel Paese del Sol Levante le cose funzionano in maniera diversa. Innanzitutto il nyotaimori è una cena (salvo casi eccezionali, non è mai un pranzo) che si svolge in un salottino riservato. Qui il cibo viene disposto sul corpo della donna in maniera "artistica", in maniera da far risaltare le rotondità del corpo, appena prima dell'arrivo dei clienti (che infatti talvolta fanno un po' di anticamera, mentre si danno gli ultimi ritocchi). Invece l'iniziativa di Vicenza sembra una cosa più arraffazzonata, più approssimativa, e certamente senza quel retroterra culturale che hanno sushi e sashimi e che non hanno certamente tramezzini e patatine.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©