Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Denunciato 59enne. Dovrà restituire 80mila euro

Vicenza, intascava pensione della madre morta


Vicenza, intascava pensione della madre morta
05/06/2013, 18:37

VICENZA – Per oltre sei anni ogni mese puntuale si recava alla posta a riscuotere la pensione della mamma, ormai morta,  intascando oltre 80mila euro. È accaduto a Vicenza dove un 59enne è stato denunciato con l’accusa di truffa aggravata e continuata ai danni dell'Inps. A scoprire l’anomalia è stato un funzionario Inps che – grazie ad alcune informazioni ricevute da Fisco, Comune e Inps ha scoperto che l’uomo intascava la pensione della mamma deceduta nel maggio 2007. L’uomo è riuscito a truffare l’Inps perché il conto corrente, acceso presso un ufficio postale della provincia di Padova, dove la famiglia era residente prima di trasferirsi a Grisignano di Zocco e sul quale confluiva il pagamento della rata pensionistica, era cointestato con la defunta madre.
Ogni qualvolta veniva accreditata la pensione sul conto corrente, il truffatore si recava a riscuoterla presso uno sportello postale. Le indagini dei carabinieri hanno permesso di accertare, attraverso l'esame dei documenti bancari, che l'indagato nello stesso giorno o il giorno successivo a quello dell'accredito della pensione, prelevava l'intero importo, pari a circa 1.300 mensili, utilizzando la tessera bancomat.

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©