Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Si tratta di un 40enne, iscritto al Partito Nazionale Veneto

Vicenza: sospeso a scuola perchè non vuole usare l'italiano


Vicenza: sospeso a scuola perchè non vuole usare l'italiano
23/04/2011, 15:04

BASSANO DEL GRAPPA (VICENZA) - La testardaggine a non voler rispondere in italiano è costata due giorni di sospensiore a Raffaele Serafini, 40enne, studente del centro professionale Ferracina di Bassano del Grappa, in provincia di Vicenza. Tutto nasce quando, durante una lezione, l'uomo si rifiuta di rispondere in italiano ad una domanda sulla lavorazione dell'acciaio. "Non c'è scritto da nessuna parte che io debba rispondere alle domande in italiano", dice. Ma quando l'episodio giunge alle orecchie della responsabile dell'istituto, Natalia Vivian, scatta la sanzione.
Ma Serafini non è certo nuovo a queste cose. Appartiene al cosiddetto Partito Nazionale Veneto, uno di quei gruppi politici o pseudo tali che contestano l'appartenenza del Veneto allo Stato italiano, sostengono la superiporità dei veneti rispetto agli italiani e quindi rifiutano di usare la lingua italiana. Peccato che contrariamente a quello che lui pensa, in Italia si deve parlare italiano.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©

Correlati