Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

La condanna per aver preso la bandiera dell'Unione Europea

Vicepresidente di Casapound condannato a 3 mesi


Vicepresidente di Casapound condannato a 3 mesi
16/12/2013, 18:55

ROMA - Simone Di Stefano, vicepresidente di Casapound, è stato condannato a 3 mesi di reclusione e 100 euro di multa per furto aggravato. La pena verrà scontata firmando l'apposito registro presso il commissariato di Polizia due volte alla settimana. Il processo si è svolto questa mattina, con rito abbreviato, dopo la convalida per direttissima dell'arresto, avvenuto sabato. Il reato contestato è quello di furto aggravato, per aver rubato la bandiera dell'Unione Europea sulla facciata degli uffici della Commissione europea a Roma. 
Naturalmente Di Stefano l'ha buttata in politica: "Sono amareggiato per la condanna, avvenuta a causa di una bandiera che non rappresenta nulla. Non è il simbolo di uno Stato, ma solo una costruzione tecnico-finanziaria che sta uccidendo i popoli. Noi continueremo a chiedere di uscire dall’Ue e continueremo a mobilitarci per questo". Ovviamente, per un nazionalista come lui, il dettaglio che quella bandiera rappresenti 400 milioni di persone, è "nulla". 
All'esterno del Tribunale, una settantina di membri di Casapound, hanno manifestato contro i giudici, i politici e le istituzioni italiane.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©