Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Vico Equense, I Convegno internazionale di studio sul paesaggio rurale


Vico Equense, I Convegno internazionale di studio sul paesaggio rurale
12/06/2012, 15:06

Vico Equense - Due giorni di lavori ad altissimo valore specialistico, si svolgeranno alla Santissima Trinità e Paradiso dal 15 al 16 giugno 2012, in occasione del I° Convegno Internazionale di studio sul paesaggio rurale contemporaneo del territorio di Vico Equense. L’incontro, che vede la presenza di eminenti studiosi, analizzerà la situazione del territorio di Vico Equense come importante eccezione nel sistema della grande area metropolitana, sebbene non immune da rischi di progressive trasformazioni e degrado ambientale. Quest'evento, partendo da percorsi di ricerca, vede cooperare molte istituzioni come il Comune di Vico Equense, la Soprintendenza BAPSAE di Napoli, le Università di Napoli, Roma, Caserta, Salerno, Vienna e Budapest per sviluppare indirizzi e opportunità progettuali proponendo una metodologia di partecipazione alla costruzione di un percorso di tutela, valorizzazione e sviluppo del paesaggio rurale del territorio sorrentino e proponendo Vico Equense come laboratorio di sperimentazione e prototipo di governance efficiente e resiliente. Tra i relatori: Stefano Gizzi, Soprintendente per i Beni Architettonici e paesaggistici, storici, artistici ed etnoantropologici per Napoli e Provincia, Tommasina Budetta, Soprintendenza Speciale per i beni archeologici di Napoli e Pompei, Gregorio Angelini, Direttore Regionale Beni Culturali e Paesaggistici della Campania, Teresa Elena Cinquantaquattro, Soprintendente per Beni Archeologici di Napoli e Pompei, Andras Palffy, Professore Ordinario di architettura - Università di Vienna, Derrick de Kerckhove, direttore programma McLuhan in Cultura e tecnologia - Università di Toronto, Gennaro Cinque, sindaco di Vico Equense e i Sindaci degli altri Comuni della Penisola Sorrentina. Saranno inaugurate, altresì, le mostre a cura dell'architetto Nicoletta Ricciardelli, Soprintendenza per i Beni Architettonici e paesaggistici, storici, artistici ed etnoantropologici per Napoli e Provincia: Repertorio dei fabbricati rurali "Il Paesaggio degli Dei e il lavoro degli uomini" di Fabio Donato e Libero de Cunzo e "Paesaggi sublimi” di Giovanni Genova, e il Museo e Laboratorio permanente del Paesaggio Rurale, all’Eremo dei Camaldoli ad Arola.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©