Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Vico Equense: No alle buste in plastica non biodegradabili


Vico Equense: No alle buste in plastica non biodegradabili
11/11/2009, 13:11


VICO EQUENSE - L’Amministrazione comunale di Vico Equense istituisce il divieto di fornire buste in plastica non biodegradabili. Il provvedimento, a cui dovranno adeguarsi tutti gli esercenti commerciali del territorio, entrerà in vigore il primo gennaio del prossimo anno. I negozi, dunque, potranno dare ai clienti soltanto sacchetti in mater-bi o materiali di origine vegetale, cellulosa, carta, tela o altre fibre naturali. I trasgressori saranno costretti a pagare una sanzione amministrativa che va da 25 a 50 euro e se la violazione accadrà più di due volte perderanno la licenza commerciale di vendita. “Il divieto di shoppers in polietilene – afferma Francesco Coppola, assessore all’ambiente – rappresenta non solo un adeguamento alle direttive nazionali, ma un ulteriore importante passo in avanti in merito alla raccolta differenziata dei rifiuti”. Il Comune di Vico Equense si è distinto in più di un’occasione per la grande attenzione rivolta verso l’ambiente. Ultimo dei numerosi riconoscimenti ottenuti nella raccolta differenziata è quello di “Comune riciclone Campania 2009”, ricevuto il 21 ottobre, nell’ambito della manifestazione promossa e organizzata da Legambiente dove Vico Equense si è classificato al secondo posto tra i Comuni ricicloni che hanno una popolazione superiore ai ventimila abitanti. Risale a qualche mese fa, invece, il titolo di miglior Comune del sud Italia per la raccolta differenziata dei rifiuti di imballaggi in plastica e il quinto posto tra i Comuni sopra i 10.000 abitanti dell’area sud per la buona gestione del servizio di raccolta.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©