Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Video - Intervista a Vincenzo Salemme

Ecco il rammarico dell'attore napoletano

Video - Intervista a Vincenzo Salemme
06/09/2013, 13:40

Che cervelli, talenti e grandi professionisti del nostro Paese siano costretti ad emigrare all’estero per poter dare il loro costruttivo contributo alla ricerca e allo sviluppo delle varie branche della scienza e del sapere, è purtroppo cosa arcinota. E negli ultimi anni sono costretti soprattutto i giovani a lasciare in massa l’Italia stretti come sono nella morsa dei tagli alla scuola e alla ricerca da un lato e della pratica immorale delle raccomandazioni dall’altra, pratica scellerata figlia della politica del clientelismo e del favoritismo che esclude i più bravi dalla possibilità di poter occupare posti di prim’ordine che gli spetterebbero di diritto per i meriti acquisiti nel corso degli anni di studio ed anche successivamente. La cosa che però rattrista di più, è rappresentata dal fatto che i talenti italiani che decidono di restare nel Bel Paese, vengono letteralmente ignorati da chi ci governa a tutti i livelli istituzionali. Ed è il caso, ad esempio, di Vincenzo Salemme, uno degli attori italiani più bravi in assoluto e apprezzassimo ovunque, anche all’estero il quale, però, nella sua stupenda Bacoli, viene snobbato da chi potrebbe far leva sulla sua straordinaria popolarità per rilanciare la cultura e la storia cittadina e i Siti archeologiche chiusi da anni. Ed è ai combattivi ragazzi di FreeBacoli, impegnati in questi giorni nella battaglia contro il rischio di chiusura totale per il Museo e il Castello di Baia, che in merito Vincenzo Salemme ha esternato tutto il suo rammarico. “Le braccia, i talenti e le possibilità di questi ragazzi ci sono. Io pure” - ha dichiarato il noto attore, commediografo, regista teatrale, regista e sceneggiatore italiano, orgogliosamente bacolese – nell’intervista rilasciata ai Redattori di Freebacoli -. “Faccio un appello all’amministrazione: coinvolgetemi nelle iniziative per il territorio. Sono a completa disposizione. Non capisco perchè non mi pensano proprio. Bacoli è un territorio meraviglioso, pieno di ricchezze inestimabili. Lo dico sempre, in giro per il mondo, sono un cittadino di Bacoli. Mettiamoci insieme, facciamo qualcosa sfruttando anche la mia visibilità per far emergere questo paese. Le braccia, i talenti e le possibilità di questi ragazzi ci sono. Io pure”. Sin qui le parole di Salemme. Il sempre presente Consigliere comunale di opposizione di Bacoli, Josi Gerardo Della Ragione, sul social Network FaceBook, ha così commentato le dichiarazioni di Vincenzo Salemme. “In poco più di un minuto il noto attore conterraneo è riuscito a lanciare non solo un messaggio di speranza, sostenendo la battaglia per il lavoro e contro la disoccupazione messa in campo da tanti giovani, ma ha messo in luce i vuoti istituzionali. Le assenze di chi potrebbe e dovrebbe agire. E' surreale sapere che una città come Bacoli non "sfrutti" il nome, il talento e le potenzialità di uno tra i più importanti concittadini. La cui fama è nota in tutta Italia, ed anche oltre. Paradossalmente, l'ennesimo esempio di un "monumento" bacolese, flegreo, nostrano, lasciato "chiuso" senza alcun tipo di valorizzazione. Le parole di Salemme rappresentano un nuovo e decisivo passo in avanti verso quel nuovo illuminismo della conoscenza e dei saperi di cui questi territori, in vista di una reale rivoluzione culturale, hanno bisogno. Urge rivedere in campo una cultura militante, capace di mettere i propri studi al servizio della collettività. E urge, in assenza dei vertici istituzionali, che essa (ri)parta dal basso”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©