Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'indagine è uno stralcio dell'inchiesta Global Service

Videosorveglianza, Tarantini davanti ai pm di Napoli


Videosorveglianza, Tarantini davanti ai pm di Napoli
17/11/2009, 19:11

NAPOLI – Gianpaolo Tarantini, l’imprenditore barese attualmente agli arresti domiciliari nell’ambito dell’inchiesta barese sugli appalti nella Sanità, è stato interrogato oggi a Napoli in qualità di testimone nell’ambito di una indagine condotta dalla Direzione distrettuale antimafia di Napoli sui sistemi di videosorveglianza di Napoli e Provincia. Potrebbe essere questo l’anello di congiunzione, già citato in passato ma sempre soltanto accennato, che lega a doppio filo il lavoro dei pm baresi a quello dei colleghi napoletani: il sistema di “videosorveglianza intelligente” realizzato nel 2007 dalla Provincia di Napoli, infatti, si avvaleva del supporto tecnico della Sma del Gruppo Intini di Noci (Bari). L’indagine che coinvolge Tarantini è uno stralcio dell’inchiesta madre Global Service, condotta dai pm Raffaello Falcone, Vincenzo D’Onofrio e Pierpaolo Filippelli e coordinata dal procuratore aggiunto Rosario Cantelmo.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©