Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Aspettano ancora i 377 aspiranti caschi bianchi

Vigili idonei ma non assunti, lettera a de Magistris


Vigili idonei ma non assunti, lettera a de Magistris
19/09/2011, 14:09

NAPOLI - Sono 377 in totale gli aspiranti agenti di polizia municipale che hanno superato il famoso concorsone per caschi bianchi, conclusosi a dicembre 2010 bandito dal comune di Napoli. Nello specifico risultano idonei in graduatoria, ma non vincitori perché i primi 170 nominativi sono già in servizio. Inutile sottolineare lo sconforto degli esclusi. Noi della Julie, più volte abbiamo seguito la vicenda anche perché in un primo momento pareva che qualcosa si stese smuovendo. Ma appunto pareva.

Prima ci fu l’interessamento di alcuni assessori, poi una delegazione  di “idonei, ma non assunti” fu anche ricevuta in audizione alla commissione Lavoro, Sviluppo e Attività Produttive del Comune. Il presidente della commissione, Antonio Crocetta spiegò loro i motivi di una mancata assunzione immediata prospettando, poi,  l’utilizzo a breve in attesa della normalizzazione della loro posizione concorsuale.  Ma niente è cambiato, ed oggi quegli stessi giovani hanno pensato bene di scrivere una lettera al sindaco di Napoli, Luigi de Magistrs.  

Lo spunto lo hanno avuto guardando la partita del Napoli in tv, soprattutto notando l’esultanza della fascia tricolore al gol degli azzurri:  “Vorremmo esultare in egual modo anche noi – scrivono -  ma per un gol più importante: la nostra assunzione al Comune di Napoli”.

Poi l’esortazione affinché la situazione possa cambiare:  “Con tanti sacrifici abbiamo lavorato per costruire un azione vincente per il nostro futuro e adesso tocca solo a lei semplicemente appoggiare la palla in rete”. E prendendo spunto dal match contro il Milan di Allegri conclusosi 3-1 concludono così la missiva: “La rete del Milan è la risposta che ripetutamente ci sentiamo dare: la mancanza di soldi da investire in sicurezza. Le 3 reti del Napoli, invece, ricordano tre principi fondamentali del vivere quotidiano e democrazia: lavoro; meritocrazia; sicurezza”

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©