Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Incontrava pregiudicati, bloccato dai carabinieri di Casoria

Violazione obblighi, arrestato il capoclan Moccia

Era residente a Roma. Trasportato a Rebibbia

.

Violazione obblighi, arrestato il capoclan Moccia
20/01/2011, 09:01

NAPOLI - Luigi Moccia, capo dell'omonimo sodalizio camorristico, è stato arrestato intorno alle 6 di questa mattina a Roma dai carabinieri di Casoria. Il 54enne, sottoposto agli obblighi della sorveglianza speciale, è stato raggiunto da una ordinanza del gip partenopeo Amalia Primavera, emessa il 8 gennaio per violazioni ripetute del regime di sorveglianza speciale cui è sottoposto.In particolare, i carabinieri hanno accertato che il 54enne ha incontrato diversi pregiudicati in varie occasioni nel 2010, ed in particolare a Natale e Capodanno 2009.
Attualmente Moccia si trova nel carcere romano di Rebibbia.
Secondo gli investigatori Moccia tiene le redini dell'omonimo clan, egemone ad Afragola, nel Napoletano. Pluripregiudicato, il 54enne era residente ad Afragola ma, dopo aver chiesto ed ottenuto l'autorizzazione, si era trasferito nel novembre scorso a Roma, dove era attualmente domiciliato e viveva in una lussuosa villa ai Parioli.
Scarcerato mesi fa, in quanto non ritenuto colpevole di un omicidio di cui era stato accusato, Moccia e' considerato il reggente dell'omonimo clan operante ad Afragola, Casoria, Arzano e comuni vicini.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©