Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La donna titolare di una scuola materna di Fisciano

Violenza su alunni. Maestra finisce a processo


Violenza su alunni. Maestra finisce a processo
27/06/2012, 21:06

FISCIANO - È stata arrestata con l’accusa di aver maltrattato, picchiato e addirittura sequestrato alcuni piccoli alunni, la titolare di una scuola materna di Fisciano.
Ieri il gup Gaetano Sgroia ha disposto il rinvio a giudizio per la donna, originaria di Baronissi, maestra e proprietaria di una struttura educativa. La donna, difesa dagli avvocati Rocco Pecoraro e Umberto Spadafora,  dovrà comparire dinnanzi ai giudici del tribunale di Salerno il 19 ottobre prossimo per l’avvio del processo. Dovrà rispondere dell’ accuse di maltrattamenti verso minori, violenza e sequestro di persona.
Alcuni genitori dei piccoli alunni  si costituiranno parte civile, assistiti dagli avvocati Lucia Catapano, Michele Tedesco e Alfonso Sarno. I fatti per i quali la donna è accusata risalgono agli anni tra il 2008 e il 2010. Secondo le accuse in più occasioni avrebbe malmenato e usato violenze assurde nei confronti dei piccoli allievi che frequentavano la scuola materna o i corsi di doposcuola elementare. In un caso avrebbe addirittura legato un bimbo, o anche chiuso in bagno per alcune ore uno di loro per punizione.
Ad accorgersi di quanto sarebbe avvenuto all’interno della scuola privata è stato dapprima il padre di una delle piccole vittime. Col passare del tempo sono venuti alla luce anche altri casi. I bambini, inizialmente restii a confermare le accuse, sono stati ascoltati dai periti nominati dalle parti nel corso dell’incidente probatorio svoltosi in sede di udienza preliminare. Le loro dichiarazioni sono state ritenute “pienamente attendibili”, facendo così propendere il giudice per il rinvio a giudizio della donna.

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©