Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

VIOLENZA SULLE DONNE, SCENDONO IN CAMPO TELEFONO ROSA E COOP


VIOLENZA SULLE DONNE, SCENDONO IN CAMPO TELEFONO ROSA E COOP
25/11/2008, 18:11

La Coop e Telefono Rosa scendono in campo contro la violenza delle donne. E lo fanno attraverso una guida pratica, che a partire dal oggi, Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne, verrà distribuita in tutti i supermercati e ipermercati Coop della capitale, nelle sezioni soci Coop e on line, sul sito del Telefonorosa.it. La guida, stampata in forma di opuscolo per un totale di 7mila copie e realizzata in linguaggio semplice e diretto, si intitola "Stop alla violenza contro le donne”. All"interno alcuni consigli di buon senso, utili in situazioni di emergenza. Per esempio – spiega l’opuscolo in caso di aggressione meglio gridare “al fuoco!” che “aiuto!”, perché in questo si attira maggiormente l’attenzione dei passanti.
Tra i comportamenti che minacciano le donne, vi anche lo stalking, a cui è dedicata una parte importante dell’opuscolo: questo termine di origine inglese, entrato solo in tempi recenti nel nostro linguaggio, indica una serie di atteggiamenti che un individuo mette in atto nei confronti di un’altra persona, perseguitandola e suscitando ansia e timore. Si tratta, dunque, di un comportamento non solo da censurare, ma da denunciare e a questo proposito l’opuscolo di Coop e Telefono Rosa avverte che attualmente esiste una proposta di legge, rubricata con il nome di “Atti Persecutori”, in attesa di essere approvata dal Parlamento.“Una prima parte dell’opuscolo è finalizzata ad aiutare le donne a riconoscere la violenza subita – spiega la presidente di Telefono Rosa, Gabriella Carnieri Moscatelli - una seconda parte è caratterizzata da consigli utili per uscire da questa spirale. Un ulteriore capitolo, inoltre, rivolge particolare attenzione alla violenza di tipo sessuale, suggerendo tutte le possibili accortezze che possono aiutare a prevenire il verificarsi di un simile trauma. Sono presenti, infine, nozioni e indicazioni su cosa è necessario fare per denunciare la violenza”. Perché, come Telefono Rosa va ripetendo da tempo, la violenza è sempre e comunque un reato.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©