Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L’uomo condannato per una serie di abusi

Violenze sessuali in caserma. Carabiniere condannato a 20 anni


Violenze sessuali in caserma. Carabiniere condannato a 20 anni
05/12/2012, 19:29

MILANO – L’ex comandante dei carabinieri della stazione di Parabiago (Milano), Massimo Gatto, 48 anni è stato condannato a 20 anni di carcere con l’accusa di violenza sessuale e concussione dai giudici della quinta sezione panale di Milano. La condanna riguarda 13 casi. Disposte provvisionali per le parti civili, tra cui 50mila euro al ministero della difesa. È invece stato riconosciuto, per un solo episodio, responsabile civile il ministero degli Interni che dovrà versare 30mila euro alla donna costituitasi.
Le indagini sono scattate dopo che una ragazza polacca di 19 anni aveva raccontato di aver subito abusi dal militare per due giorni, il 15 e il 16 gennaio scorso, quando si trovava rinchiusa nella camera di sicurezza della stazione di Parabiago in attesa di essere processata per un furto.
Gatti era stato arrestato nel giugno del 2011 per sette presunti casi di violenza ma grazie alle indagini dei carabinieri i casi di violenza sessuale sono saliti a 15, avvenuti tra il 2003 ed il 2011.  L’uomo, 48 anni,  che ora si trova ai domiciliari, era presente in aula alla lettura del dispositivo. Due dei 15 casi contestati sono caduti, in un caso perché il fatto non sussiste. Gli abusi contestati riguardano, per lo più, toccamenti. Tra le persone offese anche una donna che era andata nella stazione per un problema con la patente e altre due che si erano presentate per una denuncia.
“E' una decisione che rispettiamo, ma non condividiamo”: queste le parole dell'avvocato Massimo Schirò, uno dei difensori di Gatto. I legali del carabiniere hanno dichiarato di esser pronti a ricorrere all’appello.

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©