Cronaca / Curiosità

Commenta Stampa

Vip in albergo? gli ospiti più difficili e maleducati


Vip in albergo? gli ospiti più difficili e maleducati
21/06/2012, 12:06

ROMA - Da Madonna a Lapo Elkan, da Victoria Beckham a Nicole Kidman. Anche i vip fanno i globetrotter per lavoro, passando da un albergo all’altro in ogni angolo del mondo per lanciare collezioni di moda, esibirsi in concerti, sfilate, promuovere profumi o automobili.

E per gli hotel si rivelano tra i clienti migliori ma, allo stesso tempo, anche i più difficili da accontentare. A leggere i dati di una ricerca realizzata da HRS, portale leader in Europa nelle prenotazioni alberghiere business, le stranezze davvero non mancano.

Come quelle di lady Ciccone, nei giorni scorsi in Italia per il suo "Mdna World Tour". Ospite del St. Regis di Roma, la popstar ha voluto riservato un intero piano dell’hotel per sé e per il resto dei suoi assistenti, segretari, truccatori, ballerini e perfino cuochi per un totale di una trentina di persone.

Madonna non è certamente nuova a certi eccessi. Solo pochi mesi fa sborsò 20 mila euro di tasca propria per ristrutturare la stanza prenotata al Soho Hotel di Berlino, dove il letto non era di suo gradimento, così come le luci ed il colore delle pareti, ritinteggiate con una mano di vernice fresca di una tonalità a lei più gradita. La direzione dell’albergo fu ben felice di assecondare le sue richieste e di presentarle il conto. Peccato che in quella stanza Madonna abbia alloggiato solo per qualche ora.

Tra le star più maleducate, un posto d’onore spetta a Britney Spears che, secondo i concierge, sarebbe un’ospite assolutamente sporca e disordinata. E con lei sono immancabili numerosi e rumorosi paparazzi che non la mollano mai.

Decisamente sopra le righe anche Naomi Campbell, nel cui lungo curriculum di eccessi non mancano episodi “vivaci”, a cominciare da quando aggredì in un hotel di Toronto la sua assistente lanciandole un cellulare. Oppure all'Eden di Roma, quando picchiò l'amica Yvonne Sciò, o al Ritz-Carlton di Mosca, dove bucò le lenzuola con una sigaretta.

Molti capricci anche per Mariah Carey, che in hotel non rinuncia mai a tavoletta del water nuova di zecca e all’acqua minerale per lei e per i suoi inseparabili cani, sempre al suo fianco nei numerosi soggiorni esteri.

L'esigentissima Nicole Kidman, invece, ama scegliere personalmente la stanza e preferisce lampadine da 40 watt e lenzuola ricamate a mano. Per una sosta di sole dodici ore costrinse il Four Season di Chicago a cambiare la biancheria della sua suite con un corredo di lenzuola ricamate a mano fatte recapitare dall'Italia.

Meno stranezze ma molto lavoro per Victoria Beckham., la creatrice dei marchi di moda VB Rocks e DVB Style, che ha recentemente chiuso in bellezza il suo viaggio d’affari in Cina. Dopo aver presentato e lanciato la sua esclusiva linea Range Rover Evoque e la sua ultima collezione, Posh, insieme alla figlia Harper, ha sedotto tutti gli addetti ai lavori confermando come i Beckham siano adorati anche in Cina.

In Italia un posto d’onore spetta decisamente a Lapo Elkann. Impegnato nel lancio della Fiat 500 Gucci che lui stesso ha contribuito a disegnare, il rampollo di casa Agnelli è reduce da un vero e proprio tour de force in giro per il mondo. Dopo aver fatto tappa a Pechino, Lapo è volato a Shangai, poi a Londra, Berlino e Mosca prima di sbarcare a Los Angeles.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©