Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Ma lei: "Non mi dimetto"

Virginia Raggi verso un processo per falso e abuso d'ufficio


Virginia Raggi verso un processo per falso e abuso d'ufficio
21/06/2017, 09:11

ROMA - La procura di Roma ha notificato alla sindaca di Roma Virginia Raggi un avviso di chisura indagini per i reati di falso e abuso d'ufficio. L'avviso di chiusura indagini è un atto con cui si avvisa l'indagato che ha 20 giorni di tempo per depositare memorie o per farsi interrogare prima che la Procura chieda il rinvio a giudizio. 

I reati contestati riguardano due fatti precisi. Il primo riguarda l'assunzione di Renato Marra, fratello di Raffaele. In proposito la Raggi aveva dichiarato ai magistrati che lei non ne sapeva niente, ma c'è una chat in cui parla con Raffaele Marra e fa capire che quest'ultimo aveva partecipato all'assunzione del fratello. Il secondo riguarda l'assunzione di Salvatore Romeo, già dipendente del Comune, messo in aspettativa e poi assunto dal Comune con contratto quadruplicato. Un escamotage palesemente illegale, su cui anche l'Anac aveva espresso molti dubbi, che però non avevano fermato la sindaca. 

Dovrebbe invece essere chiesta invece l'archiviazione della Raggi per le nomine di Carla Raineri e di Raffaele Marra. Stessa sorte dovrebbe toccare all'indagine sull'ex assessore Paola Muraro, per la vicenda relativa agli impianti Tmb di via di Rocca Cencia e quello di via Salaria. In questo caso però l'archiviazione riguarda solo il reato di abuso d'ufficio, mentre restano in piedi diversi reati ambientali. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©