Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

A innescare le fiamme un corto circuito dell’angolo cottura

Viterbo, rogo in casa: muore nonna grave il nipote disabile

Il bambino resta in prognosi riservata

Viterbo, rogo in casa: muore nonna grave il nipote disabile
28/05/2011, 19:05

VITERBO – Si chiamava Linda Sganappa, la donna che questa mattina ha perso la vita in un incendio nella sua abitazione, in via Rasetti, a pochi metri dalla Questura di Viterbo. Nel rogo, innescato da un corto circuito dell’angolo cottura, è rimasto pesantemente intossicato dal monossido di carbonio anche il nipotino dell’anziana, un bambino disabile di soli 11 anni. A dare l’allarme è stato un agente della Questura, preoccupato dal fumo incessante che fuoriusciva dall’abitazione. Per l’86enne, nulla da fare. Le sue condizioni sono apparse da subito disperate a causa delle eccessive esalazioni. Resta ancora grave, seppur in miglioramento, lo stato di salute del bambino, ricoverato in prognosi riservata al policlinico Umberto I di Roma.
Secondo i primi rilevamenti dei vigili del fuoco, le fiamme avrebbero ben presto raggiunto i 300 gradi, devastando il solaio dell’appartamento e alcuni vetri del porticato. La casa della vittima è attualmente sotto sequestro.

Commenta Stampa
di Dario Palladino
Riproduzione riservata ©