Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Sono in corso gli accertamenti dei Carabinieri

Viterbo: uccide moglie e figli e poi si suicida


Viterbo: uccide moglie e figli e poi si suicida
10/03/2011, 11:03

ACQUAPENDENTE (VITERBO) - Ancora una volta una strage apparentemente senza senso. Un uomo di circa 40 anni di Acquapendente, comune in provincia di Viterbo, ha ucciso, questa mattina, la moglie e il figlio, usando un oggetto contundente e un'arma da taglio, ancora non specificate. Poi si è tagliato le vene ed è morto dissanguato.
A scoprire il fatto è stato il cognato dell'uomo, che era andato a chiamarlo perchè non si era presentato al bar pizzeria che i due gestivano. Ha prima chiamato al telefono senza avere risposta; stessa cosa nel suonare il citofono. Allora ha sfondato una finestra, entrando nell'appartamento e trovando i cadaveri. Lo shock è stato tale che l'uomo si è messo a gridare così forte, da allarmare i vicini che hanno chiamato il 112. I Carabinieri sono intervenuti, e hanno subito cominciato le indagini, ma manca il movente per questa strage. Infatti non c'era alcun problema economico: l'attività gestita dall'uomo va bene, tanto che la famiglia stava costruendo un'altra casa. Problemi di litigi in famiglia, secondo i vicini non ce n'erano, dato che tutti i vicini affermano che c'erano screzi. E allora cosa è successo?

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©