Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'uomo era in cassa integrazione

Vittima della crisi, ceramista si getta da un ponte

A settembre avrebbe perso definitivamente il lavoro

Vittima della crisi, ceramista si getta da un ponte
19/05/2013, 11:33

VITERBO - Un uomo di 50 anni, Gennaro De Luca, sposato e con tre figli, si è suicidato gettandosi dal ponte Clementino a Civita Castellana, in provincia di Viterbo. L’uomo, ceramista in cassa integrazione, era da poco stato messo al corrente del fatto che a settembre avrebbe potuto perdere definitivamente il lavoro e, duramente colpito dalla crisi economica, ha deciso di farla finita. Sono stati inutili i soccorsi, in quanto l’uomo è morto sul colpo.

Pare che l’uomo stesse affrontando un periodo particolarmente difficile anche dal punto di vista familiare, ma è quasi certo che l’uomo abbia maturato la decisione di compiere questo gesto disperato a causa dei problemi economici. Arriva così a 30 il numero dei casi di suicidio “ufficialmente” riconducibili alla crisi economica.

Il sindaco di Civita Castellana, Gianluca Angelelli, è scioccato. “Purtroppo si sono sommate alcune situazioni personali ad altre che sta attraversando questa città. Dire che sono rammaricato è poco”, ha detto il primo cittadino, facendo riferimento alla crisi ultradecennale del settore della ceramica, che ha inevitabilmente colpito le aziende del posto. “Prima ha colpito le aziende che fabbricano stoviglie e poi il settore dei sanitari. Oggi su circa 70 aziende e tremila addetti, ben due terzi sono interessati dalla crisi: in oltre 50 di queste, superano i duemila i lavoratori divisi tra i vari tipi di cassa integrazione, contratti di solidarietà e mobilità”.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©