Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

E' stato necessario l'intervento del Tar

Vittoria delle Procure: Spatuzza ammesso alla protezione


Vittoria delle Procure: Spatuzza ammesso alla protezione
08/09/2011, 09:09

ROMA - Il Ministero dell'Interno alla fine ha dovuto arrendersi al Tar e alle Procure: Gaspare Spatuzza potrà godere del prgramma di protezione previsto per i collaboratori di giustizia. Nel 2010 l'apposita commissione del Viminale rifiutà la protezione, sostenendo che aveva fatto rivelazioni dopo i 6 mesi che la legge prevede come tempo massimo per rilasciare tutte le dichiarazioni che il pentito desidera. Infatti Spatuzza, chiamato a testimoniare al processo contro Marcello Dell'Utri, aveva riferito che i fratelli Graviano (due boss mafiosi) avevano investito grosse somme nelle attività di Berlusconi, sia in Milano 2 che in Fininvest. Avendo iniziato la collaborazione nel 2008, nei primi 6 mesi non aveva riferito l'episodio specifico, anche se aveva riferito che avrebbe parlato dei rapporti tra i Graviano ed esponenti politici di rilievo nazionale.
A favore del programma di protezione per Spatuzza si erano espresse istituzionalmente, sia nel 2010 che oggi, le Procure di Firenze, di Caltanissetta e di Palermo, che hanno avuto importanti spunti per le loro indagini dalle dichiarazioni del collaboratore di giustizia.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©