Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

VITTORIO EMANUELE DI SAVOIA: WOODCOCK CHIEDE RINVIO A GIUDIZIO


VITTORIO EMANUELE DI SAVOIA: WOODCOCK CHIEDE RINVIO A GIUDIZIO
03/07/2008, 18:07

Il pm di Potenza Henry John Woodcock ha chiesto il rinvio a giudizio per il principe Vittorio Emanuele di Savoia.

Rinvio a giudizio chiesto anche per un'altra dozzina di persone, per il reato di associazione per delinquere finalizzata “a commettere più delitti contro la pubblica amministrazione, la fede pubblica ed il patrimonio, in particolare un numero indeterminato di delitti di corruzione e falso". Lo si è appreso a Roma in ambienti giudiziari che hanno seguito l'evoluzione dell'inchiesta potentina, nel corso della quale, nel giugno 2006, fu disposta la detenzione in carcere del principe.

Vittorio Emanuele è accusato dalla procura di Potenza di essere stato tra i promotori e organizzatori di una sorta di "holding del malaffare", impegnata nel settore del gioco d'azzardo, che avrebbe fatto ricorso ad operazione di corruzione per ottenere specifici "nulla osta" dai Monopoli di Stato per l'installazione di videogames. L' organizzazione avrebbe anche favorito operazioni di riciclaggio in alcuni casinò di denaro proveniente da attività illecite. Tra gli imputati figurano anche alcuni periti che avrebbero redatto consulenze tecniche compiacenti sulla liceità di alcuni apparecchi di gioco.
 

Commenta Stampa
di Giulio d'Andrea
Riproduzione riservata ©