Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La ricerca del Sole 24 Ore: grandi città sempre più giù

Vivibilità in Italia: vince Bolzano, Napoli all'ultimo posto


Vivibilità in Italia: vince Bolzano, Napoli all'ultimo posto
06/12/2010, 11:12

ROMA - La maglia nera spetta a Napoli, sul podio invece finiscono Bolzano, Trento e Sondrio. La classifica delle città più vivibili in Italia, stilata dalla ricerca 2010 del Sole 24 Ore, condanna nuovamente il sud e promuove i piccoli centri ai piedi delle montagne.
Milano (21esima) e Roma (35esima) perdono posizioni nella “hit” scendendo di qualche gradino rispetto all’anno precedente, mentre la Sicilia mantiene il primato negativo. Se Agrigento sale di nove posizioni, rimanendo comunque al 98esimo posto, nel gruppo di coda la concentrazione di città "di Trinacria" è impressionante: ci sono Trapani, Caltanissetta, Palermo e Catania. Poi, sempre in coda, figurano Foggia, Caserta, Reggio Calabria, Taranto.
La ricerca ha analizzato sei ambiti: il tenore di vita, gli affari e lavoro, i serivizi ambiente e salute, la popolazione, l'ordine pubblico e il tempo libero.

Bolzano si merita il primato per l'ottima posizione nel settore affari e lavoro, dove risulta al top anche per occupazione femminile, con una donna su due impiegata, per la sicurezza e per servizi, ambiente e salute. Napoli invece risulta vulnerabile all'inflazione (superiore al 2%), ha una situazione lavorativa preoccupante con un 41% di occupati tra i giovani di 25-34 anni e un numero di fallimenti di imprese troppo alto: il doppio della media nazionale. Il capoluogo partenopeo viene inoltre bocciato in sicurezza e nei servizi relativi al tempo libero.
Bassa la graduatoria di Napoli in tutti e sei i settori: nel tenore di vita risulta al numero 106 Roma (35esima) perde 11 posizioni, Milano (21esima) 2, mentre Torino sale di 14 posti, pur mantenendosi nella parte medio-bassa della classifica, al numero 54.
La città che aveva vinto la "gara" nel 2009, Trieste, si deve accontentare di un quarto posto, alle spalle di Sonrdio, e nella top ten prevale la presenza settentrionale: figurano infatti sette province del Nord (Bolzano, Trento, Sondrio, Trieste, Aosta, Gorizia, Belluno), due del centro (Bologna e Siena), una delle isole, Oristano, che schizza in alto grazie al primato conquistato nella macro-area dell' "ordine pubblico", che la rende città più sicura.
Tra le grandi quella meglio posizionata è Bologna che si trova uno spazio nella top ten all'ottavo posto, mentre province come Bari, Salerno, Catania e Palermo stanno sotto la 90esima posizione.

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©