Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Vivibilità. Sorrento, tornano le Ztl estive. Stinga, città più tranquilla


Vivibilità. Sorrento, tornano le Ztl estive. Stinga, città più tranquilla
01/06/2012, 16:06

A partire dal 6 giugno prossimo, l'area di Marina Grande e il centro cittadino di Sorrento diventano isole pedonali.
A stabilirlo due ordinanze volute dal vice sindaco e assessore alla Mobilità del Comune di Sorrento, Giuseppe Stinga e firmate dal dirigente Antonio Marcia.
Il primo dispositivo riguarda la Ztl del borgo marinaro. Fino al 15 ottobre l'accesso a via del Mare sarà consentito solo ai residenti e ai veicoli muniti di autorizzazione. Per la sosta, saranno disponibili per residenti ed autorizzati il parcheggio antistante l'impianto di depurazione e gli stalli presenti lungo via del Mare.
Fino al 30 ottobre, anche piazza Tasso e il tratto di corso Italia in direzione dell'ospedale Santa Maria delle Misericordia saranno interdetti alla circolazione secondo orari stabiliti nel documento. Dal 6 al 17 giugno, nei giorni feriali e festivi, il divieto è in vigore dalle ore 19 e trenta alle ore 22. Dopo il 17 giugno la chiusura serale è prolungata fino alla mezzanotte. Nei giorni prefestivi, gli orari sono fissati dalle ore 19 e trenta alla mezzanotte, fino al 17 giugno e, dopo questa data, alle ore 2 del mattino.
Solo per i giorni festivi, la Ztl viene istituita anche la mattina, dalle ore 10 alle ore 13 e trenta.
"Anche per quest'anno, in vista della stagione estiva, abbiamo deciso di varare dispositivi destinati ad elevare gli standard di vivibilità della nostra città - spiega Stinga - Con questi provvedimenti l'amministrazione intende offrire a cittadini e visitatori l'opportunità di potere vivere il centro cittadino, facendo shopping e passeggiando senza la presenza di veicoli e del conseguente inquinamento ambientale e acustico. Per molti sarà anche l'occasione di scoprire o riscoprire tutto il fascino del borgo di Marina Grande, completamente pedonalizzato".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©