Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Volla, rappresentanti locali dell’associazione Mezzogiorno di Fuoco propongono ad Enzo Rivellini di candidarsi Sindaco


Volla, rappresentanti locali dell’associazione Mezzogiorno di Fuoco propongono ad Enzo Rivellini di candidarsi Sindaco
26/03/2012, 11:03

Stamani in una riunione svoltasi a Volla, Comune della provincia di Napoli, i rappresentanti locali dell’associazione politico-culturale “Mezzogiorno di Fuoco” hanno proposto all’europarlamentare Enzo Rivellini, fondatore dell’associazione stessa, di candidarsi Sindaco della città. Le elezioni a Volla, così come negli altri Comuni della provincia di Napoli, sono previste per il 6 e 7 maggio.
All’incontro di stamani hanno preso parte Antonio Rea, coordinatore cittadino di Mezzogiorno di Fuoco, ed i componenti dell’associazione: Francesco Esposito, già assessore comunale, Margherita Serpe, Gabriele Molisso, Raffaele Castiello, Mario Staffelli, Salvatore Barone, Daniele Giliberti, Giovanni Annunziata.

Enzo Rivellini, commentando l’iniziativa, ha affermato: “Venerdì prossimo sarò a Volla per un convegno programmato da tempo ed in quella occasione scioglierò la riserva rispondendo agli amici che hanno proposto la mia candidatura a Sindaco. Intendo effettuare alcune consultazioni in città per approfondire con i cittadini, i commercianti, i professionisti, gli imprenditori, le associazioni del territorio quali sono le istanze della Comunità locale e quali risposte e prospettive può offrire la mia eventuale candidatura a Sindaco.
In un momento come quello attuale, con la politica che è molto autoreferenziale, aver ricevuto direttamente dal territorio questa proposta mi inorgoglisce e mi spinge sempre più a propormi quale rappresentante di una Politica che, partendo dal basso, sia capace di rispondere alle esigenze dei cittadini e non si riduca a compiere scelte verticistiche o poco rappresentative della gente. È chiaro che l'eventuale scelta di candidarmi come Sindaco di Volla va ponderata con calma, anche se, naturalmente, non ho paura di confrontarmi col territorio e con gli elettori.
Ci tengo a sottolineare, inoltre, che se accettassi la proposta di candidarmi Sindaco lo farei sostenuto da una sola lista, quella di Mezzogiorno di Fuoco, perché non mi interessano alleanze né cartelli elettorali o apparentamenti vari. Intendiamo fare breccia sul cuore e sulla mente degli elettori, al di là degli schieramenti politici”.


Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©