Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

A Cercola e Massa di Somma si vigila contro i botti illegali

Volontari a Cercola contro i fuochi inesplosi

Capodanno in sicurezza

Volontari a Cercola contro i fuochi inesplosi
31/12/2012, 10:16

Un 'Capodanno Sicuro' per gli abitanti dei Comuni di Cercola e di Massa di Somma sull’incolumità dei quali, nella notte di San Silvestro, vigileranno i Volontari dei rispetti gruppi comunali di Protezione Civile che, per la buona riuscita delle precedenti edizioni del progetto, i cittadini hanno ribattezzato 'Angeli della Notte'. Per l’undicesimo consecutivo, infatti, i volontari cercolesi, coordinati da Giuseppe Piccolo, scenderanno per le strade, la notte di Capodanno, per bonificare il territorio dai fuochi inesplosi mentre i colleghi di Massa di Somma, diretti da Giuseppe Romano, inizieranno quest’anno questo importante servizio a tutela della comunità cittadina. Squadre di operatori, che lavoreranno in sinergia ed in costante contatto radio, perlustreranno entrambi i territorio comunali con particolare attenzione alle e aree di verde attrezzato ed alle zone più periferiche della cittadina a tutela della pubblica e privata incolumità ed, al termine delle operazioni di bonifica del territorio dai botti inesplosi, consegneranno i petardi ritrovati agli artificieri dei Carabinieri ed ai Vigili del Fuoco.
Contemporaneamente, entrambi i nuclei comunali di Protezione Civile attiveranno la propria Sala Operativa dove i cittadini potranno segnalare il ritrovamento di ordigni inesplosi ma anche eventuali emergenze e chiedere l’intervento dei volontari. "Dall’una alle otto del mattino del primo gennaio – ha spiegato il coordinatore del gruppo comunale di Massa di Somma – raccoglieremo i botti inesplosi per evitare che lo possano fare i bambini la mattina successiva:
spesso in passato, giocando con i botti inesplosi, infatti, molti ragazzini sono finiti in ospedale con gravi ferite". "I volontari – ha aggiunto Romano – lavoreranno tutta la notte in sinergia con le forze dell’ordine competenti nei rispettivi territori, alle quali abbiamo già fatto pervenire tutti i recapiti telefonici necessari a contattarci ed anche la sala operativa regionale e provinciale di Protezione Civile è stata avvisata della nostra presenza sul territorio anche per emergenze che dovessero verificarsi fuori dai nostri comuni". I fuochi illegali sono veri e propri ordigni in grado di buttare giù un muro, di ferire, di mutilare o addirittura di uccidere: i "botti", fatti esplodere nella notte di San Silvestro per salutare l’arrivo dell’anno nuovo, rovinano la vita a migliaia e migliaia di persone e soprattutto ai bambini che, inconsapevoli del pericolo, perdono occhi, mani, braccia, gambe per giocare in strada, la mattina del primo gennaio, con i petardi inesplosi. "Ai cittadini - ha sottolineato Piccolo, coordinatore dei volontari cercolesi - rivolgiamo l’appello a non sparare ma se proprio non potete fare a meno dei fuochi pirotecnici, acquistate i botti solo presso i negozi autorizzati e prima di accenderli leggete attentamente le istruzioni e se un fuoco d’artificio non si accende subito, gettatelo via senza esitazione e soprattutto non cercate di farlo esplodere. Usate i fuochi d’artificio consentiti in luoghi aperti, comunque lontano dalle persone e da materiale infiammabile".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©