Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Vomero: allarme per la mancanza delle strisce zebrate


Vomero:  allarme per la mancanza delle strisce zebrate
07/03/2011, 16:03

“ Ben venga un nuovo e più funzionale arredo urbano a salvaguardia degli scivoli per disabili presenti nelle strade e nelle piazze del quartiere collinare del Vomero, ma bisognerebbe anche evitare che tali scivoli vengano utilizzati da motociclisti indisciplinati che li usano frequentemente per salire e sostare sui marciapiedi col proprio mezzo – afferma Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, già presidente della circoscrizione Vomero -. Eliminando anche un altro fenomeno al quale assistiamo perplessi con eccessiva frequenza negli ultimi tempi, senza che si adottino i provvedimenti di competenza, nonostante ciò possa costituire un grave pericolo per i cittadini: la scomparsa graduale dalle carreggiate, proprio dinanzi ai suddetti scivoli, delle strisce pedonali per consentire l’attraverso in sicurezza dei pedoni, a partire dai diversamente abili “.

“ Un caso eclatante – precisa Capodanno – è quello che si verifica al Vomero, nell’area collinare della città, segnatamente nella centralissima piazza degli Artisti, dove per passare da un marciapiede all’altro negli attraversamenti posti nei pressi dell’incrocio con via S. Gennaro ad Antignano, occorrerebbe usufruire delle strisce zebrate, che dovrebbero trovarsi dinanzi agli scivoli. Ebbene queste strisce, da quando mesi addietro è entrato in vigore il nuovo dispositivo di traffico nella zona, non esistono ( foto allegata ) “.

“ La situazione che si determina, in una zona particolarmente trafficata, è ancora più pericolosa a ragione del fatto che anche l’impianto semaforico è stato disattivato – prosegue Capodanno -. La qual cosa potrebbe comportare non poco problemi, laddove, malauguratamente, un pedone venisse travolto da un’autovettura in transito sul tratto di carreggiata dove le strisce pedonali sono, allo stato, inesistenti “.

Capodanno al riguardo sollecita un intervento da parte dell’amministrazione comunale partenopea, sulla base di un “censimento” delle strisce pedonali presenti sull’intero territorio cittadino da effettuare a cura delle singole municipalità, provvedendo immediatamente a ripristinare quelle mancanti o sbiadite per il logorio.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©