Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Vomero, allarme per i furti di motocicli


Vomero, allarme per i furti di motocicli
05/03/2012, 10:03

“ Se non ci fosse stato quel bravo e solerte poliziotto, che merita certamente un encomio, il quale, benché fuori dal servizio ha notato quella coppia di ladri che in via Bernini al Vomero stava mettendo a segno l’ennesimo furto di un motociclo, oggi un altro proprietario di un mezzo a due ruote starebbe piangendo per la perdita del suo automezzo – afferma Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari -. Nell’area che si trova tra piazza Vanvitelli e via Bernini, dove sono centinaia le moto e i motorini che vengono parcheggiati quotidianamente, anche fuori dagli spazi appositamente disegnati sulla carreggiata ( foto allegata ), questo episodio non è affatto isolato, anzi “.



“ La cosa che lascia perplessi – continua Capodanno – è che quest’area è fortemente presidiata dalle forze dell’ordine, a partire dai vigili urbani, presenti anche in cospicuo numero in piazza Vanvitelli. Inoltre sono installate ben tre le postazioni di telecontrollo che si trovano nel tratto di strada di via Bernini dall’incrocio di via Cimarosa a quello di via Stanzione, passando per piazza Vanvitelli “.



“ Sarebbe interessante sapere – puntualizza Capodanno – se queste telecamere cono in funzione 24 ore su 24, se sono collegate alla centrale operativa e se, attraverso esse, si riesce a far luce su episodi di delinquenza come quello avvenuto ieri “.



“ L’altro aspetto che colpisce nella notizia dell’arresto di uno dei due ladri è la sua giovane età ed i suoi precedenti: un giovane di appena 21 anni con precedenti per associazione a delinquere e rapina – prosegue Capodanno -. Ma, visti tali precedenti e l’età, non avrebbe dovuto trovarsi nelle patrie galere, invece che lasciato libero a continuare a delinquere? Possiamo sperare che, dopo il rito direttissimo non ce lo ritroviamo, di qui a pochi giorni di nuovo per strada a rubare? “.



“ Leggi a maglie troppo larghe, che andrebbero rivisitate – conclude Capodanno – le quali consentono sovente la reiterazione del reato da parte dello stesso delinquente che al massimo dopo pochi giorni dall’arresto ritorna di nuovo libero, vanificando anche l’opera meritoria di quanti, come l’agente di polizia fuori servizio che ha consentito l’arresto del ladro, s’impegnano per far piazza pulita, liberando la città da delinquenti e da lestofanti, colti sovente in flagrante, assicurandoli alla giustizia “.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©