Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Capodanno: "Anche un negozio di scarpe sulla pubblica via"

"Vomero, ambulantato abusivo fuori da ogni controllo"


'Vomero, ambulantato abusivo fuori da ogni controllo'
12/10/2009, 09:10


“Oramai la situazione dell’ambulantato al Vomero è fuori da ogni controllo – afferma Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari -. E’ palese che non vi è alcuna volontà di contrastare il fenomeno che non solo danneggia fortemente le attività commerciali a posto fisso ma va ad alimentare, notoriamente, le casse della delinquenza organizzata, specialmente per quanto riguarda il mercato dei prodotti contraffatti o rubati".
“Le strade e le piazze del quartiere collinare, con particolare riferimento alle piazze Medaglie d’Oro e degli Artisti, e alle vie Tino di Camaino, Luca Giordano e Scarlatti, sono nei fatti dei veri e propri centri commerciali abusivi all’aperto, dove si vende di tutto – precisa Capodanno -. I marciapiedi sono un’unica distesa di merce, creando anche difficoltà al passaggio pedonale".
“Naturalmente si riscontra la totale elusione della tassa per l’occupazione del suolo – continua Capodanno -. Non solo ma non esiste alcun registratore fiscale con merce venduta al nero. Un vero e proprio paradiso fiscale con un giro d’affari a sei zero di euro all’anno".
“Emblematico il dato che questo tipo di commercio abusivo non lascia fuori oramai alcun prodotto – prosegue Capodanno -. Per esemplificare, da alcuni giorni in via Tino di Camaino, staziona un furgone con un carico di scarpe che vengono vendute a prezzo unico, esponendole sulla pubblica via ( foto allegata ). Un vero e proprio “negozio” di calzature all’aperto, privo evidentemente di tutte le autorizzazioni necessarie per questo tipo di commercio, facendo concorrenza sleale agli esercizi a posto fisso presenti in zona, che devono sostenere, per poter rimanere aperti, oneri di ogni tipo".
Sulla vicenda Capodanno, vista l’inerzia degli uffici competenti, incapaci di debellare il fenomeno, che, come avvenuto negli anni scorsi, andrà incrementandosi con l’approssimarsi del periodo natalizio, chiede un’apposita riunione del Comitato provinciale per l’ordine pubblico e per la sicurezza.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©