Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Vomero, Capodanno: "finalmente un Natale senza ambulanti abusivi"


Vomero, Capodanno: 'finalmente un Natale senza ambulanti abusivi'
21/11/2011, 09:11

“Sembrava un sogno impossibile che al Vomero scomparissero, come per incanto, da strade e marciapiedi, gli ambulanti abusivi che per lustri avevano creato una sorta di commercio parallelo ai quasi duemila esercizi commerciali a posto fisso – esordisce Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, già presidente delal Circoscrizione -. Piazzati dinanzi alle loro vetrine, con mercanzie per lo più contraffatte, dalle borse agli occhiali, passando per foulard e DVD, queste bancarelle improvvisate, realizzate con cassette di legno o con semplici lenzuoli, avevano rappresentato una spina nel fianco per quei commercianti che ogni giorno, alzando la saracinesca del proprio negozio, dovevano pensare innanzitutto a pagare il proprietario dei locali, i servizi pubblici, il personale e le imposte a vario titolo “.

“ Per gli abusivi neppure un euro di spesa – afferma Capodanno -. Ultimo anello di una filiera che notoriamente fa capo alla malavita organizzata e che fattura al nero milioni di euro all’anno, per loro non esisteva neppure la tassa per l’occupazione del suolo pubblico. Tempo addietro, a seguito del sequestro della merce di un ambulante da parte delle forze dell’ordine ci fu anche chi organizzo una manifestazione di protesta nell’isola pedonale di via Scarlatti, in altre circostanze i tutori della legge sono stati aggrediti da passanti che prendevano le difese dell’ambulante fermato “.

“ Sembrava che non ci fosse più nulla da fare e che bisognasse rassegnarsi a questa ingombrante ed illegittima presenza che cresceva ancor più con l’approssimarsi del periodo natalizio – continua Capodanno . Poi, di colpo, la svolta. Grazie all’impegno profuso dall’attuale comandante dei vigili urbani di Napoli, il generale Luigi Sementa, nonché dai comandanti delle due unità operative del Vomero e dell’Arenella, i tenenti Ciro Guadagnino e Michele Esposito, che hanno coordinato azioni mirate e decise condotte dai vigili urbani in servizio per strada, finalmente,sono scomparsi gli ambulanti abusivi dalle strade dei due quartieri collinari “.

“ Anzi si è realizzato un ulteriore “miracolo” ancora più eclatante ed inaspettato – puntualizza Capodanno -. Un obiettivo che sembrava impossibile: restituire all’antico borgo di Antignano il proprio volto, liberandolo da tutte quelle mercanzie, principalmente prodotti ortofrutticoli, che venivano vendute esposte sulla pubblica via, in aperto dispregio alle normative vigenti, dal momento, peraltro, che tale area, per legge, non potrebbe mai essere considerata un’area mercatale, non avendone allo stato i requisiti essenziali “.

“ Durerà questo sogno – si domanda Capodanno -? Nessuno può dirlo, noi ce l’auguriamo, così come ci auguriamo che anche a Napoli, come in altre metropoli europee, si possano realizzare aree mercatali nei quartieri periferici, debitamente attrezzate, da mettere a disposizione di quanti intendono esercitare tale attività nel rispetto delle leggi, di certo non in quartieri con una forte presenza di commercianti a posto fisso, come il Vomero e l’Arenella appunto. Intanto godiamoci questo Natale, oramai prossimo, che per la prima volta, da qualche decennio a questa parte, vedrà i marciapiedi dell’area collinare della Città a completa disposizione dei pedoni, che non dovranno dunque fare, durante lo shopping, lo slalom tra i lenzuoli degli ambulanti abusivi “.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©