Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Vomero, Capodanno: “Ripartono trivelle e scavatrici per i nuovi cantieri“


Vomero, Capodanno: “Ripartono trivelle e scavatrici per i nuovi cantieri“
26/05/2011, 10:05

Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, che da anni si batte per fermare il proliferare di cantieri e di scavi nel sottosuolo che stanno riducendo la collina della città ad una vera e propria forma di groviera, con conseguente facilmente immaginabili sui già delicati assetti idrogeologici, fondatore su Facebook del gruppo: “ La collina dice basta con cantieri e scavi “ ( http://www.facebook.com/group.php?gid=109104739125745 ) che conta circa 600 iscritti, si dice certo che a breve apriranno nuovi cantieri nell’area collinare della città per la realizzazione di box interrati privati.

“ E’, tra l’altro, una conseguenza ovvia dei risultati delle recenti elezioni nella municipalità Arenella – Vomero, che hanno premiato quei partiti politici che hanno sostenuto tali iniziative sin dal primo momento – afferma Capodanno -. Nessuna meraviglia dunque che si riparta con la chiusura di strade o piazze per l’installazione di cantieri “.

“ Pare che, nonostante le battaglie sinora sostenute dai cittadini – prosegue Capodanno – sia imminente il taglio degli alberi secolari nella villa Giannone-Salimbene, in via Caccavello 10 per la realizzazione di un parcheggio stanziale-pertinenziale su quattro livelli e per 53 box ( foto allegata ), lavori che già dovevano partire alla fine di marzo scorso “.

“ Ma siamo solo all’inizio – prosegue Capodanno -. A breve potrebbe partire un altro progetto con un ben più gravoso impatto per quanto riguarda la viabilità e le attività commerciali, , visto che sono stati previsti circa 700 box auto, che interesserà tutta l’area di piazza degli Artisti, via Tino di Camaino e del mercato di via Casale De Bustis, con l’abbattimento e la ricostruzione del mercato coperto, in base ad un progetto approvato alla scadenza della gestione commissariale, in data 30 giugno 2010 “.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©