Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Vomero, continuano gli atti di vandalismo nelel isole pedonali


Vomero, continuano gli atti di vandalismo nelel isole pedonali
09/12/2011, 10:12

Continuano gli atti di vandalismo ai danni di manufatti di proprietà pubblica nelle isole pedonali del Vomero. A prendere posizione ancora una volta sui gravi episodi è il presidente del Comitato Valori collinari, Gennaro Capodanno, che chiede al sindaco di Napoli d’incrementare l’attività di contrasto in relazione agli episodi vandalici, deturpamento di edifici e manufatti con danno dei beni pubblici e privati del territorio cittadino.

“ Dopo la palina segnaletica abbattuta in via Luca Giordano, dopo i dissuasori imbrattati con inchiostro nero e l’affissione abusiva di manifesti sui tabelloni pubblicitari, tocca questa volta alla segnaletica verticale posta all’ingresso delle isola pedonali che con l’aggiunta di un m sulle tabelle ha trasformato l’indicazione in “marea pedonale” – puntualizza Capodanno -. Inoltre uno dei dissuasori di cemento bianco posti a confine dell’area pedonalizzata è stato oggetto di particolare attenzione “.

“ Giocando sulla forma - continua Capodanno – qualcuno l’ha dipinto completamente di rosa ed ha disegnato una striscia nera sulla calotta per rendere ancora più chiaro l’obiettivo che intendeva perseguire. Alla base, come se si trattasse di un’opera d’arte, l’autore ha lasciato anche una sorta di firma con l’indicazione dell’anno ( foto allegata ) “.

“ Ciò che rende ancora più sgradevole la cosa ed inopportuno il permanere di una tale situazione – prosegue Capodanno – è il fatto che il manufatto in questione si trova all’uscita di un plesso scolastico dove ci sono centinaia di bambini “.

Capodanno chiede al sindaco di Napoli d’intervenire con l’urgenza del caso per rimuovere, previa verifica, le situazioni di abuso segnalate o riscontrate, nonché d’intensificare l’attività tesa al contrasto del deturpamento di edifici e manufatti con danno dei beni pubblici e privati del territorio cittadino, con l’applicazione delle sanzioni previste dalle norme vigenti ed il ripristino dello stato dei luoghi.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©