Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Vomero: rapinatore incastrato dal sistema di videosorveglianza


Vomero: rapinatore incastrato dal sistema di videosorveglianza
09/02/2011, 13:02

Gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale hanno notificato un’Ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere emessa dal Tribunale di Napoli – Ufficio del Giudice per le Indagini Preliminari a carico di F.G., napoletano di 33 anni.

E’ stato il sistema di videosorveglianza della Questura di Napoli che, insieme al racconto della vittima, hanno consentito di individuare l’uomo in relazione ad una tentata rapina commessa lo scorso 14 ottobre.

L’uomo, infatti, è stato ripreso a bordo di un motoveicolo Honda Sh 300 in Via Caldieri direzione Via Mascagni mentre inseguiva un’auto sulla quale viaggiava la vittima che dalla zona di San Giovanni si era spostata al Vomero.

Le immagini di questo breve passaggio si sono incastrate con il racconto della vittima che, poco dopo, parcheggiava l’auto in via De Ruggiero e veniva avvicinata dal 33enne che a bordo del motoveicolo e armato di pistola tentava di strappare una borsa in suo possesso colpendo l’uomo con il calcio di una pistola.

Solo la tenace resistenza della vittima impediva il compimento della rapina e la fuga del 33enne che raggiungeva un complice fuggendo con il motoveicolo ripreso poco prima dal sistema di videosorveglianza.

La vittima, denunciava alla Polizia - Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, che mentre era in procinto di parcheggiare l’auto veniva avvicinato da un giovane che gli puntava all’addome una pistola impugnandola con la mano sinistra.

Ne nasceva una violenta colluttazione, nel corso della quale la vittima veniva colpita alla testa con il calcio della pistola.

Le indagini della Polizia supportate dai sistemi informativi della videosorveglianza della questura di Napoli hanno così consentito di identificare il giovane che a bordo del ciclomotore Sh, veniva ripreso mentre seguiva l’auto della vittima.

Stanotte, il 33enne è stato rintracciato dagli agenti nella sua abitazione ubicata al Corso Sirena.

Adesso dovrà rispondere del reato di tentata rapina aggravata e di lesioni personali aggravate.

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©