Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Vomero, sventato colpo grosso in appartamento

Carabinieri bloccano ladra in compagnia di una 13enne

Vomero, sventato colpo grosso in appartamento
10/02/2014, 12:56

NAPOLI - Un inconsueto colpo in appartamento, con refurtiva per oltre 60mila euro in denaro contante e oggetti preziosi è stato sventato dai carabinieri del nucleo radiomobile di napoli, che hanno arrestato per furto aggravato in abitazione dimiz ruzica, 29 anni, serba, domiciliata nel campo nomadi di secondigliano, già nota alle ffoo.
I militari dell’arma, impegnati in un servizio di pattugliamento del territorio, hanno notato che su via morghen c’erano una donna e una ragazzina che, con atteggiamento sospetto, stavano salendo in tutta fretta a bordo di una mercedes in sosta. Quando i carabinieri si sono avvicinati per sottoporre le due a controlli, queste hanno invano tentato la fuga. la donna e la ragazzina, di soli 13 anni, sono state comunque bloccate. A bordo della vettura, nel corso di perquisizione sul posto, sono stati rinvenuti e sequestrati vari arnesi atti allo scasso. Sull’auto, inoltre, sono state rinvenute due cassettine metalliche di sicurezza ancora chiuse che contenevano, complessivamente, 41mila euro in denaro contante e vari oggetti preziosi del valore complessivo di 20mila euro. Nel corso di successivi accertamenti nella zona, ove fino a quel momento non risultavano furti denunciati, è emerso che le 2 cassettine contenente la grossa somma e i preziosi erano state appena rubate dall’appartamento in via bonito di un insegnante 46enne, momentaneamente fuori città. La sezione investigativa scientifica dell’arma, fatta intervenire sul posto, ha rilevato l’effrazione alla porta blindata dell’abitazione, dove all’interno di un armadio della camera da letto erano state svitate le 2 piccole casseforti. L’intera refurtiva è stata restituita al proprietario che aveva progettato dei lavori di ristrutturazione dell’immobile.
L’arrestata è in attesa di rito direttissimo. La minore, non imputabile, è stata segnalata al tribunale per i minorenni e affidata ad una casa famiglia.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©