Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Vomero, trafifco in tilt per lo sciopero nel trasporto pubblico


Vomero, trafifco in tilt per lo sciopero nel trasporto pubblico
01/04/2011, 16:04

“ Traffico in tilt stamani al Vomero, a ragione dello sciopero del trasporto pubblico che ha coinvolto anche i mezzi su ferro – afferma Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari -. La situazione è andata via via peggiorando raggiungendo l’acme intorno alle 13,00 quando è terminato l’orario scolastico e molti genitori si sono dovuti recare presso i plessi scolastici per prelevare i propri figli che altrimenti non avrebbero potuto raggiungere le rispettive abitazioni “.

“ Bloccate tutte le arterie, ed in particolare le strade che si sviluppano nell’area tra via Cimarosa, via Bernini, piazza Vanvitelli e via Stanzione ( foto allegate ) – continua Capodanno -. Il tutto nonostante il fatto che anche stamani fosse in vigore, fino alle 10,30, la zona a traffico limitato istituita con delibera n. 2285 del 30 dicembre 2010 “.

“ Il paradosso – prosegue Capodanno - sta nel fatto che nei pochi mezzi su gomma in circolazione, dopo lunghe attese alle fermate, dovute anche al traffico conseguente allo sciopero, stamani gli utenti hanno dovuto pagare un ticket maggiorato, visto che contemporaneamente sono entrate in vigore in città le nuove tariffe per il trasporto pubblico. Oltre al danno anche la beffa, dunque “.

“ I cittadini sono esasperati da questo stato di cose – conclude Capodanno -. Ad un aumento dei costi corrisponde un servizio sempre più carente, se solo si consideri che, tra l’altro, dal 2 aprile entrerà in vigore anche il nuovo orario di funzionamento della funicolare di Chiaia che invece di effettuare le corse fino alle 0:30, chiuderà con due ore e mezza di anticipo, vale a dire alle 22:00 “.

Intanto Capodanno annuncia l’organizzazione, entro il messe di aprile ed insieme alle altre associazioni, comitati e movimenti, posti a tutela dei cittadini, di una grande manifestazione a Napoli dal titolo “ Salviamo il trasporto pubblico “, che vedrà coinvolto l’intero territorio cittadino e non solo i quartieri Vomero e Chiaia che in questo momento lamentano una maggiore sofferenza proprio per la chiusura anticipata dell’importante impianto a fune.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©