Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Wikileaks contro il Vaticano: nel mirino c'è Bertone


Wikileaks contro il Vaticano: nel mirino c'è Bertone
11/12/2010, 16:12

Al centro del mirino di Wikileaks questa volta ci è finito il Vaticano. Sul sito di Julian Assange, il cardinale Tarcisio Bertone è stato definito uno ‘yes man’. Inoltre, Bertone è stato criticato perchè “parla solo italiano”, cosa che non gli permette di sviluppare qualsiasi esperienza in campo diplomatico.

“Bertone ha uno stile pastorale personale che a volte lo porta lontano da Roma, in giro per il mondo, a occuparsi di problemi spirituali prima che di politica estera” – ha detto Julieta Valls, esponente dell’ambasciata Usa nella Santa Sede – “Non sono poche le voci che chiedono la destituzione del cardinale dal suo attuale posto”.

"C'è poi la questione di chi, se c'è qualcuno, porta le posizioni di dissenso all’attenzione del Papa", si legge su un dispaccio pubblicato sul Guardian. "Con Giovanni Paolo II le fughe di notizie erano molto più comuni” – riferisce una fonte – “Sebbene dannose, queste fughe di notizie lasciavano tempo ai critici delle decisioni pendenti di mobilitarsi e presentare per tempo punti di vista opposti al Papa”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©