Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

WUF: "8" alla Mostra. Per il sottosegretario de Mistura: "da Napoli una lezione per tutto il Paese"


WUF: '8' alla Mostra. Per il sottosegretario de Mistura: 'da Napoli una lezione per tutto il Paese'
07/09/2012, 10:23

Napoli. “Un successo immenso. E’ stato un World Urban Forum da record”. Sono le parole di Joan Clos, direttore esecutivo dell'Agenzia UnHabitat e vice segretario delle Nazioni Unite, che assegna un “otto pieno” alla Mostra d’Oltremare e all’organizzazione. Un voto che richiama da vicino il film (premio Oscar) del 1963 “8½”, diretto da Federico Fellini (con Marcello Matroianni e Claudia Cardinale), nel quale un regista, in crisi esistenziale e creativa, alle prese con un film da realizzare, fa una sorta di mobilitazione generale di emozioni, affetti, ricordi, sogni, e altro ancora. E’ quello che, in fondo, è successo a Napoli nei giorni del WUF dove si è respirata un’atmosfera nuova, multiculturale, ricca di emozione e di entusiasmo. Oltre 8 mila delegati iscritti, 152 Paesi rappresentati, 24 mila presenze nei primi 5 giorni, area espositiva e zona dei lavori divenuta a territorio delle Nazioni Unite.

“Napoli fa registrare un record nella storia del Wuf”, ha affermato Joan Clos durante la cerimonia di chiusura della VI edizione del World Urban Forum, nell’ambito della quale si è svolto il passaggio di consegne tra Napoli e la città colombiana di Medellin (dove si svolgerà il WUF 2014), rappresentata dal sindaco Anìbal Gaviria Correa. Cala il sipario su “un evento che ha dato nuovo lustro all’immagine di Napoli e della Campania”, ha dichiarato il sottosegretario agli Esteri, Staffan de Mistura, che si è detto contento per il lavoro svolto da Regione, Comune e Mostra. “Questo dimostra – ha aggiunto – che se si lavora di squadra l’Italia può contare sempre di più a livello internazionale e raggiungere obiettivi prestigiosi. Quello che è avvenuto a Napoli è una lezione per tutto il Paese”.

Il governatore della Campania, Stefano Caldoro e il sindaco Luigi De Magistris hanno messo in evidenza la buona riuscita della manifestazione sia in termini di accoglienza che di organizzazione. Un ringraziamento speciale è andato al presidente della Mostra d’Oltremare, Nando Morra e al team dell’Ente fieristico per l’impegno profuso e “per aver dimostrato una notevole capacità organizzativa”. “Da un anno a questa parte – ha spiegaro il sindaco De Magistris – il Comune, in sinergia con le altre istituzioni locali e regionali, è riuscito a organizzare non “grandi eventi”, ma eventi in grandi luoghi”, come avvenuto per il lungomare (Coppa America) e la Mostra d’Oltremare (WUF). “Napoli è pronta a riprendersi la sua dimensione internazionale”, ha concluso. Il presidente Morra si è detto “contento e soddisfatto” per gli apprezzamenti ricevuti dalle istituzioni nazionali e internazionali sull’elevato livello di organizzazione e la professionalità messa in campo dallo staff della Mostra d’Oltremare. Una Mostra che si apre sempre più alla città, lo ha fatto con il WUF e lo farà con gli eventi in cartellone: il Congresso di antropologia, l’International Astronautical Congress 2012, il 66° Congresso nazionale Siaarti, il XLVII Congresso nazionale notariato, la Fiera del baratto e dell’usato. 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©