Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

WWF Campania: "condannata la Gori per il depuratore di Torca"


WWF Campania: 'condannata la Gori per il depuratore di Torca'
21/05/2011, 11:05

"Si è concluso con la condanna, pena di 8 mesi di arresto e 4,500 euro di ammenda pena sospesa condizionata al risarcimento dei danni e all’esecuzione degli interventi di bonifica da effettuarsi entro 90gg dal giorno del passaggio in giudicato della sentenza, il procedimento per reati ambientali contro i responsabili della GORI “Gestione Ottimale Risorse Idriche”, esercente il servizio idrico integrato e, dunque, quello di fognatura e depurazione delle acque reflue nonché gestore del depuratore di Torca. Era dell’ottobre del 2007 la costituzione di parte civile del WWF Italia, tramite l’Avv.
Giovanbattista Pane, per i fatti contestati nella richiesta di rinvio a giudizio ed in particolare per il notevole danno ambientale causato dagli sversamenti del depuratore di Torca in assenza della prescritta autorizzazione provinciale nel rivolo Zappino che, a cielo aperto e per cascata, si riversavano nello spazio marino sottostante ricadente all’interno dell’area marina protetta “Punta Campanella”. Inoltre, sempre secondo l’assunto accusatorio, con lo scarico abusivo indicato veniva causato un mutamento ed una trasformazione dell’assetto territoriale e del paesaggio costiero e marino e con ciò si deteriorava, si distruggeva e si rendeva in tutto o in parte inservibile l’area interessata dallo sversamento, irrimediabilmente compromessa e sottratta alla disponibilità della collettività, per la creata impossibilità di balneazione e di svolgimento di ogni altra attività, cui, l’area stessa, per natura, è deputata.

“Sono anni – dichiara Andrea Fienga consigliere del WWF Campania - che la nostra associazione denuncia il grave danno ambientale procurato alle acque del mare della penisola (che solo nel periodo estivo balza agli onori della cronaca) creando situazioni di visibile inquinamento non più tollerabile dalla capacità di autodepurazione del nostro mare e ancora una volta i fatti ci danno ragione”

Il WWF ha sempre denunciato il cattivo o il non funzionamento del depuratore di Torca (oggi dismesso) che causava con i suoi sversamenti la distruzione dell’ambiente, la deturpazione del paesaggio, l’inquinamento del mare e rischio per la salute dei cittadini.

Non bisogna però abbassare la guardia, in quanto il mare della Penisola Sorrentina sembrerebbe continuare a ricevere per diverse motivazioni sversamenti di sostanze inquinanti che compromettono la sua salute, e sarebbe opportuno mantenere alta l’attenzione verso questa problematica anche nei periodi invernali.". Così un comunicato stampa a cura del WWF Campania.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©