Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Fa parte dei controlli effettuati su oltre 13 mila profili

Yara, spunta una nuova pista attraverso l'esame del Dna

Gli inquirenti invitano tutti alla massima cautela

Yara, spunta una nuova pista attraverso l'esame del Dna
08/02/2012, 11:02

BERGAMO - Continuano le ricerche sull’omicidio di Yara Gambirasio. Qualche giorno fa erano stati effettuati controlli su oltre 13 mila dna raccolti dagli investigatori in Val Seriana, nel Bergamasco.  Nei laboratori del Reparto investigazioni scientifiche (Ris) dei carabinieri di Parma è stato individuato un profilo genetico ritenuto interessante per il numero di particelle sovrapponibili con il dna isolato dalle minuscole macchie di sangue lasciate sugli slip e sui leggings della ragazzina. Un nome e un cognome, dunque, un dna che potrebbe contenere qualche informazione importante. Si tratta del materiale genetico appartenente a un uomo che vive nel Bergamasco e che potrebbe avere legami familiari con l’assassino. Gli esperti parlano di un profilo “interessante”, ma gli inquirenti prestano il massimo riserbo sulla notizia e invitano a una maggiore cautela perché le analisi genetiche richiedono un lungo lavoro. Lo scorso mese di novembre era accaduta qualcosa di simile. Era stato isolato il dna di un giovane che frequentava una discoteca vicino il posto dove era stata ritrovata Yara il 26 febbraio scorso, a tre mesi dalla scomparsa. Il suo profilo e quello del killer erano in parte, ma non totalmente sovrapponibili. Quindi, è ancora presto per parlare di una svolta nell’inchiesta sull’omicidio della tredicenne di Brembate di Sopra.

Commenta Stampa
di Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©