Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ancora gravi 4 persone ustionate

Zagarolo (RM): esplode bombola gas, 2 morti


Zagarolo (RM): esplode bombola gas, 2 morti
30/08/2011, 20:08

ROMA - È uno dei riti estivi più comuni, soprattutto nelle città di campagna, dove sulle tavole imperano prodotti 'fatti in casà. Questa volta, però, la produzione di conserva si è rivelata fatale per due persone, padre e figlio, entrambi morti dopo essersi gravemente ustionati il 21 agosto scorso mentre preparavano le bottiglie nel retro di una casa di campagna a Zagarolo, in provincia di Roma. Nell'incidente di dieci giorni fa rimasero ferite anche altre quattro persone, un uomo e tre donne, tutti ancora in gravi condizioni con ustioni di primo e secondo grado. L'incidente fu provocato dall'imperizia del gruppo (i proprietari del casolare e quattro parenti romani) che aveva allacciato la bombola del gas troppo vicina al pentolone dove stavano bollendo le bottiglie di conserva. Secondo una prima ricostruzione fatta dai carabinieri della compagnia di Palestrina, al momento dell'esplosione tutti si trovavano vicino al fornello che alimentava il pentolone. In particolare, si sarebbe prodotta una fessura verticale nella bombola con fuoriuscita di gas e conseguente esplosione. Ne è seguita una fiammata e un principio di incendio che ha coinvolto anche alcune suppellettili. I vigili del fuoco, intervenuti con una squadra, hanno messo in sicurezza altre due bombole che si trovavano nelle vicinanze. Quella di dieci giorni fa è solo l'ultima esplosione, in ordine di tempo, dovuta ad una bombola del gas: le ultime sono quella del 24 giugno scorso quando un uomo di 55 anni è rimasto gravemente ferito in seguito ad uno scoppio avvenuto in un Bed&Breakfast a Campomarino, sul litorale di Maruggio, nel Tarantino; il 13 agosto, dopo un'agonia di sei giorni, è morto, dopo l'esplosione della bombola del gas della cucina, Giancarlo Cavaliere, 64 anni, residente nel piccolo centro costiero di San Marco, frazione di Castellabate, in provincia di Salerno; infine, due giorni dopo il Ferragosto due giovani turisti tedeschi sono rimasti ustionati dallo scoppio di una bombola in un campeggio di Peschiera del Garda (Verona) dove stavano trascorrendo le vacanze. 

Commenta Stampa
di Valerio Esca
Riproduzione riservata ©