Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Zaia: Formaggio di Fossa di Sogliano entra in lista Dop


Zaia: Formaggio di Fossa di Sogliano entra in lista Dop
30/11/2009, 16:11


ROMA - “Con il via libera di Bruxelles un altro prodotto dell’agroalimentare italiano entrerà nella lista delle DOP, confermando il primato europeo del nostro Paese nelle produzioni d’eccellenza. Il Formaggio di Fossa di Sogliano, che ha una tradizione antichissima, conferma che dietro ad ogni prodotto c’è la storia e l’identità di un territorio, di cui esso è la cristallizzazione. È questo il modello produttivo che noi difendiamo e promuoviamo”.
Così il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Luca Zaia ha commentato il via libero definitivo all’iscrizione nel Registro europeo delle Denominazioni e indicazioni geografiche protette (DOP e IGP) del ‘Formaggio di Fossa di Sogliano’.
Il nome del formaggio, che risale a diversi secoli addietro ed è prodotto tra l’Emilia Romagna e le Marche, deriva dal fatto che la sua stagionatura avviene in ambienti sotterranei, le ‘fosse’ appunto, scavate nel tufo di Sogliano al Rubicone, in provincia di Forlì-Cesena, che è la zona tipica di produzione.
La stagionatura nelle fosse nacque intorno al 1500, quando i soglianesi dovevano proteggere i loro beni dalle razzie degli aragonesi. Il periodo tradizionale di infossatura è fine agosto, inizio settembre, e la riapertura delle fosse il 25 novembre, giorno di Santa Caterina.
“In questo pregevole frutto del nostro buon latte italiano – ha detto il Ministro – sono racchiusi secoli di storia, di tradizioni, di sapienze produttive di uno dei diversi territori che compongono il mosaico del nostro Paese. È questo che rende unico il nostro patrimonio agroalimentare e che noi portiamo nel mondo come ambasciatore dell’eccellenza italiana.”

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©