Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ma il Sottosegretario nega: "Macelleria mediatica"

Zampolini: la casa di Bertolaso pagata da Anemone


Zampolini: la casa di Bertolaso pagata da Anemone
02/06/2010, 10:06

FIRENZE - Ancora nuove dichiarazioni contro Bertolaso, questa volta da parte dell'architetto Angelo Zampolini, braccio destro dell'imprenditore Diego Anemone. Parlando con i giudici, ha rivelato che Bertolaso usava ogni tanto un appartamento preso in affitto a Roma, in via Giulia; a pagare questo affitto era lo stesso Zampolini, con i soldi che gli dava Anemone. La casa fu anche ristrutturata da Anemone. Inoltre Zampolini ha confermato ai magistrati di avere anche versato dei soldi per gli appartamenti del generale della Guardia di Finanza, Francesco Pittorru, e per il dirigente del Ministero per le Infrastrutture, Ettore Incalza. E ha aggiunto che Diego Anemone aveva ristrutturato anche due appartamenti ceduti da Propaganda Fide (agenzia immobiliare del Vaticano, in rapporti con personaggi eccellenti della politica e non solo, ndr) ad Antonio Di Pietro, leader dell'Italia dei Valori. Uno degli appartamenti è quello di via della Vite, dove aveva sede il quotidiano del partito; il secondo in via Quattro Fontane, che era stato affidato alla figlia del leader dell'Idv, Anna.
Immediatamente sono arrivate le smentite. Quella di Di Pietro affidata ad una breve nota, nella quale si nega "in modo categorico di aver preso appartamenti in affitto da Propaganda Fide né a nome mio né a nome dell'Italia dei Valori". Più articolata la smentita di Bertolaso, che asserisce che quell'appartamento gli fu messo a disposizione di un suo conoscente che non era Diego Anemone e di non avere mai conosciuto Zampolini. Tuttavia Bertolaso non fa il nome di questo conoscente: "Non voglio esporlo alla macelleria mediatica in atto, ma ho già chiesto ai magistrati di Perugia di poter essere ascoltato su questa e sulle altre vicende che mi riguardano. appena possibile. In quella sede fornirò tutti gli elementi necessari a sgomberare definitivamente il campo da tali illazioni e confermerò ai magistrati anche l'immediata disponibilità della persona che mi ha prestato l'appartamento di via Giulia a fornire tutti i chiarimenti del caso".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©