Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Capodanno: rischio pedoni su corsia riservata automezzi

Ztl in via Luca Giordano al Vomero: partenza flop


Ztl in via Luca Giordano al Vomero: partenza flop
11/10/2010, 14:10

 “ Un’altro flop annunciato quello della Ztl partita stamattina la Vomero, in via Luca Giordano, nel tratto tra piazza degli Artisti e via Carelli, ed istituita con O.S. n. 1649, protocollata solo in data 8 ottobre, vale a dire il giorno precedente all’attuazione del provvedimento – afferma Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari -. Al punto che non si capiva neppure quali erano gli automezzi che potevano accedere nella Ztl, pure perché nell’ordinanza si parla di “veicoli dei residenti”. Ma residenti dove? Nel tratto di strada interessato al provvedimento o residenti del Vomero. Peraltro non si comprende neppure come andrebbero fatti i controlli visto che non è stata rilasciata alcuna autorizzazione al riguardo. Un problema di non poco conto, pure a ragione dell’assenza di telecamere per il telecontrollo “.
“ Ma questo è un problema secondario rispetto ad altri più gravi che sono emersi in queste prime ore dall’entrata in vigore – continua Capodanno -. Il provvedimento infatti varato in fretta e furia con deliberazione di GM n. 1628 del 30 settembre scorso, indicava nei grafici allegati l’allargamento del marciapiede posto a destra di chi viene da via Luca Giordano, per un’ampiezza di 4,30 m ( foto allegata ). Invece il marciapiede non è stato proprio toccato e la corsia riservata ai mezzi autorizzati è stata delimitata con dei paletti “.
“ Il risultato – puntualizza Capodanno - è stato che le persone, anche mamme con passeggini, pensando che si trattasse di un’area pedonalizzata per l’intera carreggiata, come le altre poste nella stessa via, circolavano tranquillamente nella corsia, rischiando di finire sotto le ruote dei mezzi autorizzati al passaggio ( foto allegate ), che si sono dovuti fermare ogni volta per consentire ai presenti di liberare la carreggiata “.
“ Senza considerare – prosegue Capodanno - che siano ancora di fronte ad un cantiere, dal momento che le opere non sono state completate, al punto che nelle fioriere poste lungo il tratto manca la “materia prima” vale a dire i fiori e vi sono ancora i manufatti di plastica per delimitare le due aree riservate al carico e scarico delle merci “.
“ Un altro aspetto da sottolineare, in attesa di poter valutare nei prossimi giorni l’impatto sulla viabilità, è quello relativo alla sicurezza – prosegue Capodanno -. Il tratto di strada interessato al provvedimento è scarsamente illuminato, i paletti posti quasi in mezzeria sono di colore grigio, scarsamente visibili al calar delle tenebre e privi di qualsivoglia elemento che li possa far contraddistinguere. Considerando che dalle 22,00 e per tutta la notte possono transitare tutti gli automezzi, non è difficile immaginare che potrebbero verificarsi incidenti, aggravati proprio dalla presenza dei paletti “.

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©